Anche la politica si interroga ma Corona e Asia Argento lasciateli perdere

Politica

Per quanto riguarda i commenti della madre di Asia Argento, rispetto alla storia con Corona neanche a parlarne. Eppure c’è chi fa talk show con tanto di opinionisti politici che dicono la loro. Ripeto: neanche a parlarne.

Ha già detto tutto lei ospite di Piero Chiambretti, nel corso della nuova puntata di “#CR4 – La Repubblica delle donne”, in onda questa sera alle 21.25 su Retequattro: “Io le ho risposto privatamente e lei ha pubblicato il mio messaggio. Vorrei stendere un velo pietoso perchè credo che i panni, come si dice, dovrebbero essere lavati in casa propria. Mi dispiace di aver scritto quelle parole a mia madre, certo, ma non vado a riferire quello che lei ha detto a me: sono rimasta di stucco e vorrei prendere le distanze da questa faccenda, la trovo allucinante”.

Per quanto riguarda i due dannati che si faranno del male secondo presunte ipotesi moralistiche, lasciateli stare. Sempre lei chiarisce che ha molto chiara la situazione: “Prima di tutto vorrei dire che Fabrizio l’ho visto due volte, lasciatecela vivere e stiamo calmi! La nostra non è un’attrazione che deriva dal “fascino del male”, quanto dal caos. Fabrizio? Mi sono fatta l’idea di un uomo profondo, intelligente, che ha sofferto, con delle idee profonde e interessanti. Un po’ matto e caotico come me… E poi, è troppo bello!”. E ha aggiunto: “Ancora non mi fido di lui, ma non bisogna necessariamente fidarsi per provare passione o fremiti nel cuore. Anzi, a volte il non fidarsi è ancora meglio! Io non voglio cambiare nessuno e spero che nessuno provi a cambiare me: se cambierò, è solo perché lo deciderò io”.

Per quanto riguarda il gossip, beh qui c’è molto da dire. Da quando è uscito dal carcere Corona non fa che rilasciare interviste, attrarre l’attenzione, tornare a farsi fotografare con le ex, lasciare la ex, andare al Grande Fratello. Per uno che conosce quel mondo, e sa che lo spettacolo si ciba di estremi ed estremisti, dire che siamo di fronte a un buon utilizzo del mezzo se va bene e a una dannata voglia di apparire che non perde se va male. Era anche uscito un video, con tanto di sospetti (smentiti) sulla teatralità della lite con Ilary Blasi che ha tenuto banco per giorni.

Siamo di fronte comunque vada e comunque la si voglia vedere a un animale da palcoscenico. Uno di quelli aggressivi con l’obiettivo, che lui sia dietro o davanti.

E allora. Lasciateli parlare. E smettiamo di interrogarci su niente.

 

Condividi!

Tagged