farmaci in iettabili per la disfunzione erettile cialis generico a napoli farmacia lasix metà pastiglia viagra online forum 2018 pillole antidepressive benefici antibiotici confezioni farmaco generico viagra cialis costo ricetta viagra 100mg o 65 anni posso prenderlo onde d urto provato disfunzione erettile costo viagra soft tabs 50mg prezzo viagra super active originale crema antibiotica aureomicina prezzo farmaci generici viagra cialis kamagra online bestellen levitra 10 mg compresse orodispersibili prezzo viagra generico slovenia disfunzioni erettile quali pastiglie con meno cotroindicazioni dove posso comprare il viagra online cialis once a day costo teva antibiotici generici costo levitra orodispersibile generico costo cialis da 5 mg viagra senza ricetta padova viaggy.it comprare cialis online è sicuro farmaco da prendere al posto del viagra in vendita farmacia propecia come acquistare viagra generico è efficace farmaci antivirali microbiologia priligy basso costo cialis 20 equivalente costo medical online viagra come si ingoia una pillola viagra piridina pasticche farmaco antidepressivo lasix dosaggio minimo
//

Emma Dante porta in scena Studio da LE BACCANTI

3 minuti di lettura

Dal 22 dicembre al 5 gennaio al Teatro India Emma Dante affronta Euripide portando in scena Studio da LE BACCANTInel suo stile fisico, sfacciato, possente, confrontandosi con uno dei testi più sanguinari dell’antica tragedia greca.

Lo spettacolo nasce da uno studio svolto come saggio di diploma degli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico. Nella tragedia di Euripide, Dioniso, in collera con Penteo che non riconosce la sua natura divina, rende folli le donne tebane che si ritirano sul monte Citerone per celebrare i suoi riti. Insistendo Penteo nel non considerare divino Dioniso, il dio lo invita a travestirsi da donna per andare ad assistere ai riti delle baccanti, che infine, invasate, lo sbranano.

Emma Dante sceglie di portare in scena la traduzione di Edoardo Sanguineti, che disegna un lavoro dal profilo plurale e dai meccanismi ben congegnati.Lo spettacolo si apre sulle donne fuggite sul monte, ferine e avvolte in pellicce, pericolose. Sopra di loro, una schiera di teste mozzate. L’anima tribale della messa in scena si viene a delineare lungo lo spettacolo nei corpi seminudi, a tratti sgraziati, nelle immagini fortemente dissonanti, nei sentimenti inquieti che attraversano i personaggi, costruendo una struttura punteggiata di sottolineature che evidenziano il tema della violenza delle relazioni fra i sessi.

«In un processo creativo dionisiaco abbiamo cercato di esplorare attraverso il corpo l’ebbrezza e l’euforia che le baccanti ci trasmettevano – racconta Emma Dante – È un’opera straordinaria da cui attinge gran parte della nostra cultura, dalla religione alla letteratura. Un’opera del dio dello strepito di cui gli allievi si sono nutriti». Il lavoro si incentra sulla presenza del coro, con un lavoro intenso e puntuale sulla Parodo e sui quattro stasimi, che ha generato una elaborazione drammaturgica soprattutto visiva.

Lo spettacolo conclude il ciclo di proposte della collaborazione fra il Teatro di Roma – Teatro Nazionale e l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”. Infatti, Studio daLE BACCANTI si inserisce nell’ambito del percorso condiviso tra le due istituzioni culturali, che ha visto il Teatro India farsi ospite di tre spettacoli della neonata Compagnia dell’Accademia, con l’obiettivo di sostenere la creatività e il perfezionamento degli allievi neodiplomati attraverso la formazione e il confronto con maestri e registi affermati. Hanno fatto parte di questo percorso:Un anno con tredici lune di Rainer Werner Fassbinder, regia di Carmelo Alù; Tiranno Edipo! da Sofocle, di Giorgio Barberio Corsetti.

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La manovra è in alto mare? Fake news e certezze ad oggi

Articolo successivo

Francia. Macron-gilet gialli: chi ha vinto e chi ha perso

0  0,00