Cinema e società ieri e oggi. Enzo De Camillis al Cinema Trevi- Cineteca Nazionale di Roma

Cinema Cultura e Cinema In Rilievo

Condividi!

Il Centro Sperimentale di Cinematografia dedica una giornata di proiezioni ed incontri  allo scenografo e regista Enzo De Camillis.

Il 1 Febbraio 2018 presso il Cinema Trevi – Cineteca Nazionale (Via del Puttarello, 25, Roma) si potranno apprezzare le significative opere e discuterne con lo stesso cineasta romano che sarà presente all’evento.

Si parte alle ore 17:00 con la proiezione del cortometraggio Uno studente di nome Alessandro (2011) ispirato alla tragica uccisione, avvenuta durante gli anni di piombo, dello studente Alessandro Caravillani (cugino di De Camillis) da parte di Francesca Mambro. Premio Speciale Nastri D’Argento nel 2012.

A seguire “19 giorni di massima sicurezza” (2009) con Luisa Ranieri, progetto che nasce da una storia vera, un caso giudiziario durato 4 anni, vissuto in prima persona da Enzo De Camillis e soprattutto da sua moglie, Anna. Ed è proprio una lunga lettera che Anna scrive al marito dalla prigione lo spunto per un racconto doloroso e insieme fortemente emotivo nel quale Anna, la Anna sullo schermo, interpretata da Luisa Ranieri, rivive il dramma dei 19 giorni passati in cella senza sapere neanche il perché di questa detenzione ingiusta e inattesa.

Alle ore 18.00 verrà proiettato “Un intellettuale in borgata” (2013) con l’intensa interpretazione di Leo Gullotta, premiato al Festival Omovis di Napoli e al Festival Internazionale L. Bizzarri.
Documentario sulla figura di Pier Paolo Pasolini che raccoglie testimonianze illustri di personalità del cinema, della politica e della cultura, come Pupi Avati, Leo Gullotta, Maurizio Ponzi, Stefano Rodotà, Ugo Gregoretti e Pupi Avati che, nel rievocare Pasolini, ricordano la grandezza e l’attualità di una figura ancor oggi non capita forse fino in fondo.

Alle 19.30 ci sarà l’incontro moderato da Graziano Marraffa con Enzo de Camillis e con attori e tecnici dei film. Infine alle ore 20.30 proiezione de “Le Periferie di Roma e il Movimento Democratico” in concorso al Rome Independent Film Festival 2018.

Enzo De Camillis debutta al cinema nel 1977 come aiuto scenografo di Dante Ferretti nel film “Il Mostro” di Luigi Zampa. Ad oggi ha alle spalle 60 film come scenografo. Fondatore e Direttore Artistico del premio cinematografico dedicato alle Maestranze, “La Pellicola d’Oro” ha realizzato la mostra “Pier Paolo Pasolini: Io So …” Relazione tra arte cinematografica e società, inaugurata a Buenos Aires il 7 dicembre 2017. Un’importante esposizione con 120 immagini inedite messe a disposizione dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e l’Istituto Italiano di Cultura presso il Centro Culturale Borges che, in dieci film rappresentano la vita ed il pensiero del poeta Pasolini.

Io So…” è anche il titolo che viene riproposto nel libro di De Camillis su Pier Paolo Pasolini (Arduino Sacco Editore).

Un’occasione, questa del 1 Febbraio, per conoscere da vicino l’opera di un regista che ci restituisce con il suo sguardo, mondi periferici e possibilità “altre” di convivenza civile.

 

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.