Elezioni Sardegna

#ElezioniSardegna su twitter, la giostra dei dati e la SATIRA

Politica

Condividi!

Elezioni Sardegna. “Lavoro, orgoglio, dignità, Futuro! Oggi in #Sardegna sarà una bellissima giornata di democrazia: amici Sardi, 5 minuti del vostro tempo e anche qui PD e sinistra al governo saranno solo un ricordo. #oggivotoLega e si vince!” è il primo tweet di Matteo Salvini.

Ed è scattata subito la polemica. In meno di 24 ore Matteo Salvini avrebbe violato per ben cinque volte il silenzio elettorale, è l’accusa che si legge da più parti. Secondo i detrattori lo aveva già fatto in occasione delle elezioni per il governatore dell’Abruzzo.

Quello che sembrava certo però era un altro dato che veniva diffuso subito dalle prima mattinata di voto di ieri: l’affluenza alle ore 12 era alta in Sardegna, superiore al momento a quella delle Regionali 2014! Per i leghisti, per il genio dei social leghisti Luca Morisi, si trattava di un “Ottimo segnale! 😊 Dai, dai, dai! Il treno del cambiamento è sul binario del Futuro fino alle 22!”.

Ma You trend sottolineava l’equivoco:  il dato iniziale diffuso dalla Regione era calcolato su tutti i comuni e non su quelli che avevano effettivamente comunicato il dato, e il tg era stato poco attento nel non verificare.

Fino a metà giornata comunque l’aria che si respirava su twitter era quella di una vittoria schiacciante del Capitano, come lo chiama Morisi. Poi il colpo di scena. I primi tweet del testa a testa centrosinistra-centrodestra con un segnale che prevaleva sugli altri: il crollo dei 5 stelle, sotto il 15 per cento. Ma alla fine è stato “Lega boom e centrodestra avanti” per tutto il pomeriggio.

Su tutto, e su tutta la giornata, sono state confermate solo due certezze: il voto non ha fermato la protesta dei pastori con un camion assaltato e proteste in corso per tutta la domenica, e la satira… è sempre pronta a fotografare “la partita”. 

 

Tagged