prezzo di levitra 10 mg dosaggio lasix bambini acquistare viagra online contrassegno kamagra prezzo basso perdite marroni pillola e antibiotico farmaco antidepressivo che fa dimagrire viagra senza ricetta alternativa levitra acquisto su internet pilota sicura disfunzione erettile precio del generico de cialis viagra 50 online quanto costa il cialis da 5 mg in farmacia viagra snza ricetta padova viaggy viagra generico per eiaculazione precoce acquistare viagra online postepay vendita cialis farmacia on line dove comprare il viagra online buono cialis generico prezzo in farmacia a chieti carne antibiotic free vendita online pillola che sostituisce viagra o il cialis forum acquisto cialis 20 mg li kamagra sitrova in farmacia cialis generico costa rica farmaco migliore del viagra farmaci antidepressivi dolori muscolari doraxona viagra o cialis online dove comprare prezzo cialis one day antibiotici da non prendere con la pillola comprare propecia on line antivirale per varicella adulti farmaci se prendo l'antibiotico posso prendere la pastiglia dell'osteoporosi pillola del giorno dopo con antibiotico che tipo di ricetta serve per il viagra si puo comprare cialis generico in farmacia cialis originale da 10 prezzo

ESCLUSIVA, parla Zanni (Lega) neo capogruppo Enf: “L’idea dei sovranisti in Europa”

4 minuti di lettura

L’europarlamentare italiano Marco Zanni, responsabile esteri della Lega, è stato eletto all’unanimità presidente del gruppo sovranista  denominato Identità e Democrazia  che sostituirà nel prossimo Parlamento europeo il vecchio schieramento dell’Enf (Europa delle Nazioni e della Libertà) di cui la Lega faceva parte nella passata legislatura. Oltre al Carroccio saranno attori del blocco sovranista fra gli altri, il Rassemblement National di Marine Le Pen e i tedeschi di Alternative für Deutschland. In questa intervista a Lo Speciale Zanni oltre a commentare la sua elezione, ci tiene anche a sgomberare il campo da tante accuse piovute negli ultimi tempi sulla testa dei sovranisti, accusati fra le altre cose di voler distruggere l’Unione Europea, l’euro e riportare il continente all’epoca dei nazionalismi.

Soddisfatto della fiducia ricevuta all’unanimità da parte delle forze che aderiscono al gruppo sovranista? Dobbiamo considerarlo un esempio di compattezza e perfetta unità di intenti?

“È un onore per me essere stato investito di questo incarico. Ringrazio Matteo Salvini e la Lega, il mio partito, e tutti i colleghi e gli alleati che hanno deciso di affidare a me un compito così importante. Il nuovo gruppo Identità e Democrazia è nato con uno spirito unitario e dalla volontà precisa di far tornare al centro delle politiche europee gli Stati membri. È un progetto che non si fermerà alla legislatura che sta per iniziare e che realizzerà i suoi scopi aprendo le sue porte anche ad altre delegazioni che condividono la visione e gli obiettivi politici del gruppo e dei suoi partiti fondatori”.

Vi considerano antieuropeisti, euroscettici, vi accusano di voler distruggere l’Europa? Come risponde? 

“L’idea dei sovranisti che vogliono distruggere l’Europa è diffusa ad arte da chi fino a oggi ha voluto dare una sola direzione alla politica europea. Il nostro obiettivo è quello di creare una cooperazione reale tra gli Stati membri, che ne tuteli le peculiarità dando vita a un’Europa diversa da quella che abbiamo visto finora”.

Quali saranno i suoi primi obiettivi?

“Come capogruppo sarà mia intenzione tenere fermi i punti fondamentali alla base di Identità e Democrazia: la crescita dell’economia europea, l’attenzione alle questioni riguardanti la sicurezza interna e un approccio diverso rispetto al tema della gestione dei fenomeni migratori, che sia finalmente condiviso”.

Cosa significa per la Lega e per Matteo Salvini aver ottenuto la guida del gruppo al Parlamento europeo?

“La guida del gruppo è senz’altro un chiaro riconoscimento della leadership internazionale di Matteo Salvini. Per la Lega, Identità e Democrazia è il risultato di anni di impegno e lavoro portati avanti a Bruxelles insieme agli alleati delle altre delegazioni che fanno oggi parte del gruppo. È la concretizzazione di un’idea di Europa che vuole offrire un’alternativa di buonsenso. È l’inizio della fine del pensiero unico portato avanti in tutti questi anni da Bruxelles. È quello che ci hanno chiesto i cittadini alle elezioni europee, ed è quello che faremo”.

Americo Mascarucci

Dal 1998 giornali e uffici stampa sono stati la mia casa, mi sono occupato di cronaca nera, bianca, rosa, rossa. Ho iniziato raccontando i fatti di paese e di provincia come corrispondente del quotidiano “Il Tempo” nella redazione a Viterbo, poi ho ottenuto l’assunzione in un giornale del gruppo Nuovo Oggi. Solo alla fine approdo nel meraviglioso mondo degli online che non ho più lasciato.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Paolo Fox, oroscopo di oggi 14 giugno e weekend 15 e 16 giugno 2019

Articolo successivo

Lista Conte. Stesso gioco di Calenda, Gentiloni, Berlusconi. Cosa c’è dietro

0  0,00