antibiotico dopo mestruo pillola vendesi farmaci daas terapia antivirale acquisto sicuro cialis generico viagra senza prostata pillola lerna e antibiotico cialis italiano online levitra generico orosolubile fare assobire al contato pene dove acquistare cialis generico forum gli attori porno prendono viagra prima delle scene ordina viagra online il cialis generico come comprare cialis o viagra senza ricetta in farmacia viagra cialis i kamagra carta credito sicura farmaci antidepressivi letali chi a la retinite pigmento può prendere il viagra acquisto propecia online sicuro levitra 10 mg costo lasix metà pastiglia si puo prendere contemporaneamente pritor 80 e cialis 10 viagra online si può foto pillola viagra rosa comprare cialis originalecon ricetta originale viagra online in 24 ore antibiotico con tre pastiglie quando arriva generico cialis sinergia antagonismo tra farmaci antibiotici antibiotici nella carne italia cialis 5 mg acquisto online is sildenafil the same as viagra farmaco antidepressivo da banco farmaciauno cialis 20 mg originale prezzo kamagra online sicurp buy cialis online canada prezzo viagra in farmacia pillola del giorno dopo antibiotico
//

Olivier Dubois porta in scena MY BODY OF COMING FORTH BY DAY

3 minuti di lettura

La danza torna protagonista sui palcoscenici dello Stabile Capitolino con la seconda edizione di GRANDI PIANURE, vetrina sulla coreografia contemporanea nazionale e internazionale, che il Teatro di Roma ha affidato per un triennio al curatore Michele Di Stefano, coreografo, performer e fondatore del gruppo mk. Mercoledì 26 e giovedì 27 giugno (ore 21) approda sul palcoscenico del Teatro India l’intelligenza fine e provocatoria dell’agitatore della scena francese Olivier Dubois, coreografo di poderosa visionarietà e spregiudicata inventiva in scena con il suo strepitoso solo MY BODY OF COMING FORTH BY DAY, una performance intima, un rito pagano dai furori dionisiaci, un percorso coreografico e umano condotto dall’autore a stretto contatto con il pubblico per indagare la memoria del corpo. Un corpo segnato dai movimenti, dai gesti, dalle sensazioni, le posizioni, le ferite, le cicatrici ma anche le gioie assorbiti nel corso del tempo, e che, nell’atto di offrirsi al pubblico, diventa esso stesso opera d’arte.

Con MY BODY OF COMING FORTH BY DAY, dodici anni dopo aver portato la sua prima coreografia sul palco, Olivier Dubois offre al pubblico un assolo intimo che esplora i recessi della memoria del corpo e la sua capacità di raccontarci la storia della sua arte. Dubois è la vittima consenziente di un gioco che ricorda al contempo un’udienza, un peep show e una vivisezione. Seguendo un processo casuale messo in atto dal pubblico secondo regole precedentemente stabilite, il coreografo e ballerino rivisita alcuni dei sessanta spettacoli a cui ha preso parte sin dall’inizio della sua carriera. Ispirato all’antico libro egiziano Book of the Dead, la performance intraprende un viaggio attraverso un mare di frammenti di danza, alla ricerca di ciò che rende il corpo stesso del performer un capolavoro. Dove può portare la memoria del corpo? La performance vuole essere un gioco, un momento per spiare il talento e la dedizione di un artista che nel 2011 è stato dichiarato uno dei migliori venticinque danzatori al mondo. Un solo che celebra la dimensione storica e artistica del suo corpo di performer, e si interroga sulla possibilità del corpo di figurarsi come opera d’arte, come mostruoso capolavoro, come souvenir, amplificatore del suo annullamento per la pratica della danza. Un corpo che conserva dentro di sé migliaia di movimenti, gesti, posizioni, sensazioni, litri di sudore e sangue, centinaia di ferite e cicatrici, un ammasso di gioie e dolori.

Olivier Dubois, ha firmato negli ultimi dieci anni alcune delle opere coreografiche più radicali della scena transalpina. Direttore del Ballet du Nord dal 2014 al 2017, è stato incluso nella lista dei venticinque migliori ballerini al mondo nel 2011 dalla rivista “Dance Europe”. Famoso per le sue esibizioni per il Balletto di Monte Carlo, Nantes e il Balletto Nazionale di Marsiglia, Dubois vanta un’esperienza unica tra creazione, interpretazione e insegnamento.

 

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Scontro Di Maio-Di Battista, parla Cacciari: “E’ un gioco delle parti”

Articolo successivo

Esce nelle sale Charlie Says, un film di Mary Harron

0  0,00