#Grillo su twitter, a chi piace il feeling con Zingaretti?

Politica

Grillo sta consegnando o no il M5S al PD? Ed è proprio quello che avrebbe fatto il fondatore del MoVimento Casaleggio? Per molti si tratterebbe di un tradimento, per altri di una normale conseguenza di diverse scelte già avvenute. Tutto partì non certo ieri, ma quando Grillo tentò il passaggio all’eurogruppo Alde scatenando tutto il mainstream e provocando poi la rottura di Verhofstadt: “Poche garanzie”…

Dunque ora le garanzie ci sono? E’ affidabile e allineato?

Sicuramente ormai il Pd e Renzi governeranno il Paese pur avendo perso le elezioni e le ultime parole del padre nobile genovese fanno capire il tenore dell’impresa che vuole compiere con loro: “RIPROGETTARE IL MONDO”.

E’ un’occasione unica dice Grillo, il leader è impaziente e spinge per un governo coi dem.

E mentre per Becchi “lui di fatto ormai ha esautorato il capo politico del MoVimento” e tutto questo “non è solo la fine del MoVimento ma un attentato alla democrazia”, per altri (la base) è ancora più cocente: “C’è chi ha votato #M5S perché danneggiato dal #governo PD ha trovato in VOI un’ancora di salvezza e vi ha seguito nelle Piazze, anche sotto le tempeste, mentre VOI inneggiavate all’epurazione del #pd dai banchi del #governo. Ora pretendete il loro appoggio?”.

E l’ultimo colpo di scena che inserisce Beppe definitivamente tra i nuovi amici del Pd è l’endorsement di Franceschini: “Per una volta #BeppeGrillo è stato convincente. Una sfida così importante per il futuro di tutti non si blocca per un problema di “posti”. Serve generosità. Per riuscire a andare avanti allora cominciamo a eliminare entrambi i posti da vicepremier”.

Ma cosa ne pensano gli italiani? Ecco le loro opinioni.

Condividi!

Tagged