Il Fatto Quotidiano rivela: “Di Maio sta per dimettersi”. Le reazioni

Politica

Luigi Di Maio sarebbe pronto a lasciare la guida del Movimento 5 Stelle probabilmente alla vigilia delle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria dove, stando ai sondaggi, sarebbe prevista una pesante sconfitta per i pentastellati.

L’indiscrezione è di quelle destinate a terremotare la politica visto che a lanciarla è Il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio, sempre molto ben informato circa le questioni interne al Movimento. Stando a quanto riporta il giornale le dimissioni da capo politico saranno ufficializzate la settimana precedente il 26 gennaio, quindi prima delle elezioni in Emilia e Calabria da dove Di Maio è sicuro di uscire con le ossa rotte (aveva addirittura proposto di non schierare il Movimento).

A complicare le cose poi ci sarebbero le continue fughe di parlamentari (ieri hanno dato l’addio i deputati Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri) e le reiterate critiche che provengono sia dai gruppi parlamentari che dai territori, circa la necessità di una maggiore collegialità nelle decisioni. Nelle ultime ore un gruppo di parlamentari ha addirittura lanciato sulla piattaforma Rousseau la proposta di abolire la figura del capo politico.

Troppo per il Ministro degli Esteri, che avrebbe deciso di fare un passo indietro. Da non trascurare poi  le dure critiche di Alessandro Di Battista che si è schierato dalla parte di Gianluigi Paragone, contestando l’espulsione del senatore, dissidente rispetto alla linea governativa. Sotto accusa la gestione del duo Di Maio-Casaleggio come traspare dal documento redatto dai parlamentari, in cui si chiede di togliere la gestione della Piattaforma Rousseau alla Casaleggio-Associati per far sì che possa essere a disposizione del Movimento. A Di Maio viene invece chiesto di scegliere fra il ruolo di leder politico e di ministro. 

Tuttavia, come riporta Adnkronos, dallo staff di Di Maio sarebbe arrivata una smentita riguardo all’indiscrezione de Il Fatto. “Smentiamo quanto riportato quest’oggi da ‘Il Fatto Quotidiano’, in un articolo a firma Luca De Carolis – fanno sapere dallo staff – in merito alle dimissioni da capo politico del MoVimento 5 Stelle di Luigi Di Maio. Una narrazione, con tanto di fantomatica data delle dimissioni, che appare decisamente surreale. Un retroscena che riporterebbe il pensiero di svariate ‘fonti’ interpellate che sembrano però fare il tifo per una certa narrazione, quando nel pezzo alle fonti dirette viene riservato mezza riga di smentita”.

Poi l’attacco al giornale di Travaglio: “Appare anche singolare la scelta di aprire il giornale con questo falso retroscena quando lo stesso Di Maio in queste ore è impegnato in importanti dossier di politica estera, come la Libia, di forte interessa nazionale e che interessano la sicurezza del nostro Paese. È un fatto gravissimo”.

Al di là della smentita di rito appare poco credibile che il Fatto possa essersi inventato una notizia del genere, considerando che si tratta del quotidiano da sempre più vicino al Movimento (e a Beppe Grillo in particolare, fatto questo che dovrebbe far riflettere ancora di più: Che sia proprio l’ex comico a spingere e ad auspicare un simile esito?).

Sembra chiaramente la dimostrazione plastica di come il dibattito all’interno dei 5 Stelle abbia raggiunto l’alta tensione. E anche le fonti considerate più vicine al capo politico, sempre nell’articolo incriminato, sembrerebbero confermare la notizia. Forse la smentita ci sta soltanto sui tempi, ma l’addio di Di Maio alla guida del Movimento sembra ormai ritenuta scontata e inevitabile. 

Condividi!

Tagged