Image courtesy Francesco Scarlata

Coronavirus, il grido di allarme del Forum dell’arte contemporanea italiana

Cultura e Cinema In Rilievo

Il Forum dell’arte contemporanea italiana, organizzazione informale nata a Prato nel 2015 per cercare strategie di miglioramento del sistema dell’arte, ideata da Fabio Cavallucci lancia un grido di allarme. Ritiene infatti che se non verranno create in tempi brevi, forme per sostenere il lavoro culturale e artistico, c’è il rischio che  i musei, le gallerie, i curatori e tutti i soggetti del comparto, entrino in una crisi irreversibile.

Il Forum che ha permesso tra le altre cose  la creazione dell’Art Council, segue con attenzione le varie proposte e appelli che in questi giorni vengono lanciati da gruppi, da organizzazioni e da singoli – dagli Assessoratialla Cultura a Federculture, dalle Fondazioni all’Associazione delle Gallerie, dai Musei ai Comitati di Intermittenti, fino alle molteplici voci di artisti e curatori è pronto a collaborare per fronteggiare la situazione contingente, per trovare forme di supporto economico per tutti gli operatori, molti dei quali non garantiti nemmeno da ordini professionali.

Potrebbe essere questa, ribadisce l’organizzazione, un’occasione per ristrutturare un sistema che, indipendentemente dalla situazione contingente, necessita di una profonda revisione, mantenendo salda l’autonomia dell’arte e della sua dimensione estetica per essere interlocutori attivi nell’elaborazione degli scenari del domani.

Si auspica a questo riguardo che la taskforce che sta affiancando il Governo in questi giorni includa professionisti dal mondo della produzione culturale, non solo per un principio di rappresentanza ma anche per l’importanza della visione che l’arte da sempre apporta al mondo, sia sul piano concreto  che su quello ideale.

Nei mesi precedenti il lockdown era in corso di preparazione un appuntamento del Forum, previsto a Roma in ottobre, sostenuto dal Palazzo delle Esposizioni, che probabilmente dovrà essere rimandato. Per affrontare l’urgenza del momento il Comitato di coordinamento ha quindi deciso di avviare da subito un Forum online, sostenuto da Palaexpo,  una “chiamata alle arti” che anticipi temi e mozioni che troveranno poi un momento dipresentazione fisica nell’appuntamento romano. Il Forum online prenderà il via nelleprossime settimane, cercando un confronto trasversale che metta in campo le energie e le proposte di tutto il sistema dell’arte unito nell’urgenza di un progetto di rifondazione.

Condividi!

Tagged