Dal Papete a Miley Cyrus, la politica alza il sipario sullo spettacolo anti-consenso

Esteri Politica

Il premier di uno Stato che scrive in risposta a Miley Cyrus é il segno dei tempi, il peggiore che potessimo immaginare? Dal Papete beach alla stellina scandalosa il passo è stato breve.
MA QUAL E’ LO STORICO PROGRAMMA di MILEY? Tante provocazioni:
Il martello leccato
Masturb… mimata
Liberazione del capezz…

Insomma lo scandalo come arte, l’arte come scandalo. E il successo di essere trasgressiva dopo essere stata per anni Hannah Montana, la star di Disney amata dagli adolescenti. Cosa c’entra con la politica tutto questo? E’ presto che detto.

E’ tutto racchiuso in uno scambio di tweet: “L’Italia e il resto del mondo sono uniti nella solidarietà per Black Lives Matter negli USA”, ha scritto in un tweet la popstar. “Dobbiamo restare uniti nella lotta al Covid-19, al suo impatto di grandi proporzioni sulle comunità emarginate, soprattutto quella di colore. Ti unisci a noi Giuseppe Conte?“. Era questo l’appello rivolto al premier italiano dalla cantante statunitense e al quale il premier ha risposto: “L’Italia ha combattuto in prima linea contro il Covid-19 ed è impegnata nell’Act- Accelerator, per garantire un accesso equo ed universale al vaccino e ai trattamenti. Cooperazione internazionale e solidarietà sono le chiavi del successo. Insieme ce la faremo, Miley“.

“Le interazioni tra Miley Cyrus e Giuseppe Conte sono la conferma che questo 2020 ci ha tolto tante cose ma mai il trash” scrive qualcuno sui social scherzando! Ma di commenti su questo tenore è pieno il web.

Sicuramente si tratta di una strategia comunicativa. Sicuramente Rocco Casalino ha pensato che potesse essere corretto rispondere. Ma questi non sono tempi “normali”. E’ il 2020 appunto, quello del Covid, e le famiglie sono in crisi come tanti italiani. Sembra assurdo non accorgersi che il disagio è alto ormai. Già il Papete fece crollare il consenso di Salvini, ora Miley farà lo stesso con Conte?

 

Condividi!

Tagged