Mistero-Renzi. Dopo “stai sereno” Conte, fa il globe-trotter nel mondo. Ecco la verità

4 minuti di lettura

Che combina Renzi? Puparo, opportunista, regista, ufficiale di collegamento, semplice esecutore di ordini “esterni” o “interni” alti, tipo Colle?

E’ e resterà un mistero. Una cosa è certa, stando ai fatti, ha creato dal cilindro il governo giallorosso, evitando il rispetto del patto tra Salvini e Zingaretti, mirato ad andare al voto. Un progetto convergente: il Capitano dopo il Papeete, voleva riprendersi lo scettro di Palazzo Chigi e Zinga liberarsi dei tanti, troppi, parlamentari renziani (che poi, in parte se ne sono andati quando è nata Italia viva). Non pago, di tale vittoria, quando ha avuto la possibilità di tornare protagonista, nonostante guidi ancora un partito che non supera il 4%, non si è tirato indietro: ha minato il Conte-2, giocando una partita di graduale e inesorabile demolizione personale del premier. Ed è riuscito nell’intento. Sfilando i suoi dalle poltrone (e non passando quindi per un poltronista), cuocendo a fuoco lento Fico; e strumentalizzando le trattative per correggere i progetti del Recovery, in realtà, ha alzato il tiro su Conte e i suoi ministri (in primis, i grillini). E il governo, come noto, è caduto.
Ottima operazione, modello “stai sereno”. E anziché monetizzare, incassare, ha tenuto un profilo basso, la sua presenza ora nel mutato scenario è da (apparente) comprimario.

E’ sicuramente un abile e scaltro guastatore. Ma adesso? Draghi ha costruito un altro schema, la sua maggioranza, con partiti e leader omogenei, in un mega-schieramento moderato, europeista, liberale che ha superato la dicotomia destra-sinistra (con amici personali e tecnici fidati nei posti chiave); un’“alleanza ricostruttiva” con tutti dentro, salvo Fdi e spezzoni di sinistra e del gruppo misto. Una maggioranza draghiana, utile per la prossima decisione quirinalizia (molto probabilmente sempre lui).

Renzi, pare stare dietro le quinte, almeno in Italia. Ha ordito e gestito ogni cosa per incarnare la mera figura dell’eroe della patria? Tra l’altro odiato, ormai da dem e grillini?

Come se non bastasse, per una sua ennesima, nuova incursione nella politica italiana, dovrà tener conto che Conte e Letta sono speculari: porteranno Pd e 5Stelle dentro un’area simile, togliendo a Iv i propri riferimenti geografici ed elettorali. Iv è o non è un partito moderato? L’ex sindaco di Firenze si è dato la zappa sui piedi? Letta non è quello dello “stai sereno?”. Ora ad essere sereno sarà Renzi?

Un rebus. Altrimenti resta l’altra ipotesi. Che Renzi ambisse e ambisca a un ruolo internazionale. La prova sarebbero i continui, compulsivi viaggi che sta compiendo in giro per il mondo. Tesse reti, relazioni, rapporti a metà tra interessi commerciali e politici. Sarebbe la conferma di una sua ambizione Onu o via dicendo, date pure le sue amicizie obamiane.
Si è incontrato con il principe saudita Mohammad bin Salman, parlando di nuovo rinascimento arabo, in una terra dove il riformismo renziano non esiste (la sua presunta consulenza gli ha fruttato parecchie polemiche da noi). Adesso il suo programma prevede viaggi in Senegal, Kenia e Ruanda.
Cooperazione, globalismo, semplice altrove personale?

Un vero e proprio globe-trotter. Vedremo gli sviluppi futuri. E dovrà essere lui a spiegarlo. Anche perché il 20 marzo, fra poco, ci sarà l’assemblea del suo partito. E le ambizioni, spiegazioni, dovrà darle innanzitutto ai suoi. Che hanno messo la faccia nelle sue trame.

Fabio Torriero

Come giornalista, ho attraversato la comunicazione a 360 gradi (carta stampata, tv, radio, web). Ho lavorato presso Cenacoli, Fondazioni (Fare Futuro), sono stato spin doctor di ministri e leader politici, ho scritto una ventina di libri (politologia, riforme etc.) e i miei direttori storici e maestri sono stati Marcello Veneziani e Vittorio Feltri. Insegno all'Università comunicazione politica. Il giornalismo online è la mia ultima vocazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Traballa l’asse Pd-M5S a Roma: Raggi attacca Zingaretti e Grillo applaude

Articolo successivo

Nuovo stop per nebbia a Lenzerheide, coppa Super-g a Kriechmayr

0  0,00