Video di Grillo, parla Becchi: “Troppi indizi fanno pensare ad un’azione politica”

5 minuti di lettura

“Attenti a non cadere nella trappola. Qui il problema non è Beppe Grillo che fa il garantista con il figlio dopo aver fatto il giustizialista sempre con tutti, ma il significato politico della vicenda”.

Il filosofo Paolo Becchi, uno che il Movimento 5 Stelle lo conosce molto bene per esserci stato dentro nel periodo degli esordi fino ad essere definito dai media “l’ideologo dei grillini” interviene a commentare il video con il quale il garante del M5S si è sfogato dopo l’uscita della notizia relativa all’indagine a carico del figlio, accusato insieme ad altre tre persone dalla procura di Tempio Pausania (provincia di Sassari) di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una coetanea conosciuta in vacanza.

“Legittimo indignarsi per i toni di Grillo che oggi si riscopre di colpo garantista – spiega Becchi – così come dell’assoluta mancanza di rispetto nei confronti della presunta vittima dello stupro. Ma soffermarsi unicamente su questi aspetti sarebbe oltremodo superficiale. Chiediamoci piuttosto come mai questa notizia dopo essere stata ignorata per due anni, oggi è improvvisamente uscita fuori”.

Becchi la sua spiegazione ce l’ha: “Non entro nel merito della vicenda giudiziaria che non conosco, sulle mutande abbassate e tutto il resto, ma se è vero che i fatti sono avvenuti nell’estate del 2019, come mai se ne parla soltanto oggi? Le date non sono certamente casuali. Nell’estate del 2019 c’è stata infatti la crisi del Conte 1 con l’uscita della Lega dalla maggioranza, e Grillo in quelle settimane è diventato il principale sponsor dell’alleanza con il Pd. Per ben due anni questa vicenda è praticamente rimasta chiusa nel cassetto, nessuno ne ha parlato, e appare un’altra strana coincidenza il fatto che durante questo lungo periodo di silenzio ci sia stato il Conte 2 con Grillo che è intervenuto varie volte per salvare l’alleanza con i dem, mettere a tacere il dissenso nel Movimento, benedire l’operato di Conte, incoraggiare i militanti a votare su Rousseau tutto ciò che era in aperta contraddizione con le origini. Il tutto per salvare l’alleanza giallorossa “.

Becchi non ha dubbi: “La vicenda è uscita fuori dal cilindro oggi come per magia perché è in corso una guerra all’interno del Movimento fra la vecchia guardia, rappresentata da Grillo, e la nuova incarnata da Conte, con il secondo che sembra ormai deciso ad azzerare il Movimento 5Stelle per costruire un partito ex novo, moderato, liberale, ecologista all’interno del centrosinistra. Grillo però non vuole che la sua creatura venga gettata definitivamente al macero. Quindi rischia di diventare un ostacolo”.

Per il filosofo “dopo aver estromesso Davide Casaleggio con l’aiuto determinante di Grillo, adesso qualcuno sta cercando di far fuori politicamente lo stesso Grillo sfruttando l’inchiesta giudiziaria contro il figlio che in realtà è ancora agli inizi. Chi ha fatto trapelare la notizia? Di certo chi l’ha riesumata lo ha fatto con il chiaro intento di strumentalizzarla politicamente, nonostante siano passati due anni dai fatti e non ci sia ancora stato un rinvio a giudizio. Grillo è sicuramente un padre ferito, ma la sua rabbia non è soltanto determinata dal fatto di vedere il figlio sbattuto come un mostro in prima pagina ma dalla consapevolezza probabilmente di essere lui l’obiettivo dell’operazione. Non a caso ha detto di lasciare in pace il ragazzo e di arrestare lui”.

Ma per Becchi anche un altro indizio accrediterebbe tale teoria: “L’unico che ha difeso Grillo è stato Alessandro Di Battista, ovvero l’ortodosso della prima ora che è ormai fuori dal Movimento. Tutti gli altri, i cosiddetti vertici, si sono limitati ad una solidarietà puramente di facciata, con tanto di inviti ad avere fiducia nella magistratura. Appare evidente ormai come ci sia una guerra interna ai 5Stelle per spartirsi le carni. Andando avanti di questo passo non esisterà più il Movimento 5 Stelle, ma soltanto tanti brandelli”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il video di Beppe Grillo spacca i 5 Stelle. Le donne in campo dalla moglie all’ex grillina

Articolo successivo

Centri commerciali “Consentire le riaperture nei weekend”

0  0,00