La vita di uno scrittore: intimità e incanto

2 minuti di lettura
Vivere una vita scrivendo e scrivendo molto puó confondere le persone. Pensano che scrivere sia donare se stessi. Aprire se stessi in realtà è tutta un’altra cosa e chi descrive molto le cose descrive poco se stesso nel profondo.
L’intimità dello scrittore è sempre tra le righe non nelle righe. Se si sceglie di comunicare qualcosa è perché ci si rende conto che è un esercizio salutare. A pensarci bene ciò che si schiude è un fiore, è una donna, insomma tutte cose positive e delicate. Ma proprio perché delicate sono sottili. C’è chi parla tanto dal vivo, c’è chi parla molto dietro, c’è chi parla per insegnare, chi parla per farsi grande, chi parla per mostrare. Chi scrive parla per capire, non ha nulla da insegnare. E per capire anche se stesso.
È la persona più nascosta in assoluto. È la persona che più ama star da sola e incantare spesso e volentieri. È la persona che cura di più il particolare e non si dona con facilità se non attraverso il mezzo che lo libera. È la persona più proiettata verso gli altri perché vive di vibrazioni e reazioni. Ma non crediate che sia aperto o di trarre da lui qualcosa di personale che lui non voglia.
Rispetta la sua intimità e quella altrui come l’acqua rispetto il letto del fiume e lo accarezza. È amante di ciò che non va più di moda insomma ma sa stare al mondo, anzi lo coglie nei suoi rivoli perfettamente e ne sa fa parte. Ma è un ospite sempre e comunque. In ogni casa, anche la sua, chiedo permesso perché conosce la meraviglia e l’immensità di ciò e di chi ha di fronte e non calpesta le foglie anche quando queste otturano i canali e non fanno scorrere la bellezza. Non le sopporta ma non le odia. Come potrebbe.
Ogni creatura ha una funzione, anche quando brutta. E lui lo sa. Non giudicate uno scrittore, uno scrittore non vi giudicherà.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg News – 1/10/2021

Articolo successivo

Calcio: Barça, Koeman “Nessuno mi ha detto nulla ma leggo anch’io…”

0  0,00