Istat, Lievi aumenti per il potere d’acquisto delle famiglie

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Nel secondo trimestre dell'anno, l'incidenza del deficit delle Amministrazioni pubbliche sul Pil si è sensibilmente ridotta in termini tendenziali per la consistente riduzione delle uscite, solo in parte compensato da un calo nelle entrate. Il reddito disponibile delle famiglie e il loro potere d'acquisto hanno segnato lievi aumenti, mentre la crescita sostenuta dei consumi finali ha sospinto al ribasso la propensione al risparmio, rimasta tuttavia a livelli superiori a quelli registrati prima della crisi. La quota di profitto e il tasso di investimento delle società non finanziarie si sono leggermente ridotte rispetto al primo trimestre dell'anno in corso". Lo rende noto l'Istat nel conto trimestrale delle Amministrazioni Pubbliche. (ITALPRESS). tvi/com 05-Ott-21 10:10

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sci nautico, riparte stagione agonistica Juniores

Articolo successivo

Ciclismo: Lombardia. Pogacar “Pronto per la mia prima volta”

0  0,00