Cosa cambia dal 15 ottobre con il Green Pass obbligatorio: sanzioni e controlli

2 minuti di lettura

Green pass obbligatorio per i lavoratori dal 15 ottobre. Cosa cambia? Nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 226/2021 è stato pubblicato il Decreto Legge del 21 settembre 2021, n. 127 (testo in calce) recante “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening”. L’obbligo di Green Pass è esteso finanche ai soggetti titolari di cariche elettive e di cariche istituzionali di vertice. Per l’effetto, gli organi costituzionali devono adeguare il proprio ordinamento alle più recenti disposizioni sull’impiego delle Certificazioni Verdi.

CONTRATTI

Scatta i green pass a prescindere dal tipo di contratto, perché anche i lavoratori con contratti esterni, a titolo di volontariato, per formazione e libera professione dovranno averlo. Sono esclusi solo gli esentati dal vaccino. Per le aziende con meno di 15 dipendenti, è prevista una disciplina preordinata a consentire al datore di lavoro di sostituire temporaneamente il lavoratore privo di Certificato Verde.

CHI VERIFICA

Il datore di lavoro deve verificare il possesso del green pass e devono definire le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche, anche a campione, da effettuare prioritariamente, quando possibile, al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro.

Deve essere nominato un soggeto atto al controllo.

LE SANZIONI PER IL LAVORATORE

Sono previste sanzioni amministrative di importo compreso tra 600 e 1.500 euro comminabile dal datore di lavoro secondo le previsioni dei codici disciplinari vigenti in azienda.

LA SANZIONI PER IL DATORE DI LAVORO

I datori di lavoro che non verificano il possesso di green pass sono punibili con sanzione da 400 a 1.000 euro.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Astinenza da social, i ragazzi non sanno più farne a meno

Articolo successivo

Contribuenti, difficoltà con lo Spid

0  0,00