A novembre fabbisogno settore statale in calo a 9,7 miliardi

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – A novembre, secondo i dati del Mef, il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 9.700 milioni, con un miglioramento di circa 7.600 milioni rispetto al risultato del corrispondente mese dello scorso anno (-17.278 milioni). Il fabbisogno dei primi undici mesi dell'anno in corso è pari a circa 102.900 milioni, con un miglioramento di circa 52.500 milioni rispetto al fabbisogno registrato nello stesso periodo del 2020 (-155.432 milioni). Nel confronto con il corrispondente mese del 2020, il saldo ha beneficiato della ripresa degli incassi fiscali legata all'effetto della congiuntura e all'aumento dell'Iva sulle importazioni. A novembre 2020 erano state recuperate le accise sospese nei mesi precedenti. Dal lato della spesa il Mef segnala una minore quota versata al bilancio comunitario, il cui pagamento è slittato al mese di dicembre, nonché minori prelievi da parte degli Enti previdenziali e delle Amministrazioni Centrali e Territoriali. La spesa per interessi sui titoli di Stato presenta una diminuzione di 336 milioni. (ITALPRESS). ads/com 01-Dic-21 18:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, nuovi casi oltre quota 15mila e 103 morti

Articolo successivo

ENGIE al fianco di Fondazione Veronesi per la tutela della salute

0  0,00