Direttiva Ue sugli immobili, l’ira dei proprietari: fondamentalismo green e polemiche

2 minuti di lettura

Quasi 5 milioni di edifici e case in Italia rischiano di essere tagliati fuori dal mercato immobiliare. E’ arrivata infatti dalla Ue la proposta di vietare vendita e affitto delle case che consumano troppa energia. E ovviamente è scoppiata la polemica. 

Marco Rizzo su Facebook ha subito commentato: “Prima aumentano gli estimi catastali, poi arriverà l’Imu sulla prima casa, poi il green selezionatore e l’80% degli italiani, che sono proprietari della prima casa, capiranno che la UE è il nemico. Ma allora sarà tardi e le multinazionali ci fotteranno pure la prima casa”.

Il prof. Sapelli invece ha parlato di un puro delirio di onnipotenza: “Prima c’erano i dittatori circondati dai fedelissimi. Adesso il futuro è più inquietante, perché abbiamo un neo Stato franco-prussiano, appunto, con migliaia di burocrati che emanano direttive, molto simile a quello che capitava in Unione Sovietica, dove facevano i piani quinquennali. E come se ci fossero milioni di nuovi Cernenko, ma con l’Europa della democrazia, della libertà e del mercato, questo non ha niente a che vedere”.

Per Daniele Capezzone invece è il “fondamentalismo green” che ispira una direttiva in corso di elaborazione, e riporta la denuncia di Confedilizia con @gspazianitesta che tuona: “Manca solo il ‘reato’ di possesso di immobile”.

La transizione ecologica, che richiede un passaggio graduale e di buon senso, sarà un pericolo per i proprietari? Certo è che non può che essere un processo da perseguire con il mantenimento e l’estensione dei bonus edilizi a tutti i redditi. Insomma è l’ennesimo provvedimento che rischia di diventare una zavorra per il mercato immobiliare e che riaccende i timori su un possibile attacco alla proprietà privata degli italiani. E un domani dove si potrebbe arrivare? 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Piazza Fontana strage impunita? La scomoda verità…

Articolo successivo

Calcio: Cioffi “È l’occasione della vita, voglio giusto atteggiamento”

0  0,00