/

Omicron fa la prima vittima in Inghilterra. La corsa ai ripari

2 minuti di lettura

C’è la prima vittima della variante Omicron del coronavirus nel Regno Unito. Sono 1.239 nuovi casi in tutto. Proprio ieri infatti il premier britannico, Boris Johnson, ha tenuto un discorso televisivo alla nazione per annunciare la necessità di terze dosi di vaccino che si rendono necessaria nel quadro dell’alta contagiosità di questa mutazione.

«Dobbiamo affrontare una nuova emergenza. La nostra esperienza ci fa capire che sta arrivando un’ondata di marea con Omicron, non c’è dubbio. Vaccinatevi con la terza dose», ha detto il premier britannico. «Contro la variante Omicron, il Regno Unito renderà disponibile la terza dose per tutti i cittadini con più di 18 anni. Non pensate che questa variante non vi possa danneggiare. Fatevi il booster, ora», ha quindi concluso.

Per quanto riguarda gli esperti i dati sulla gravità saranno sul tavolo nelle prossime settimane ma anticipano che la variante si diffonderà rapidamente per questo non sono da escludere nuove restrizioni visto il numero crescente di persone che entrano nei pronto soccorso.

La Gran Bretagna, che è vaccinata con Astrazeneca, è ormai da mesi alle prese con decine di migliaia di contagi giornalieri da Covid, mentre Israele è passatta alla chiusura delle frontiere israeliane, in vigore almeno fino al 22. Il Giappone conta altri 8 casi della nuova variante Omicron del Covid-19, portando il totale nel Paese a 12. Due dei contagiati, riferiscono i media, erano stati in contatto con il primo caso del nuovo ceppo del coronavirus il 30 novembre, identificato su un diplomatico proveniente dalla Namibia, in Africa.

Ormai è chiaro che solo i vaccinati potranno girare indisturbati e che per i non vaccinati si prospetta un futuro fatto di maggiori restrizioni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Champions. Nedved “Con Sporting Lisbona sarà sfida alla pari”

Articolo successivo

Vaccino, terza dose raccomandata in gravidanza nel II e III trimestre

0  0,00