DeRozan trascina Chicago in vetta a Est, Curry ancora da record

2 minuti di lettura

Brooklyn ko, i Bulls vincono all'ultimo respiro contro Washington NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Stephen Curry supera ancora se stesso e Golden State passa anche sul campo dei Jazz: 123-116 il punteggio a favore dei Warriors, che mettono nuovamente in mostra la loro stella più brillante. Curry, autore di 28 punti e 9 assist, ha segnato a Salt Lake City almeno un canestro da tre punti per il 158esimo match consecutivo, battuto il record che lui stesso deteneva di 157 abbattuto nel novembre del 2016. Altra prova di forza di Golden State, capolista a Ovest, mentre a Utah non sono bastati i 20 punti, conditi da 19 rimbalzi, di Rudy Gobert. Brilla Curry, non è certo da meno DeMar DeRozan, che mette a segno il canestro decisivo all'ultimo istante e lo fa per la seconda partita consecutiva, prima volta nella storia Nba. Risultato? I Chicago Bulls passano sul parquet dei Washington Wizards per 120-119. Ricevuta palla a 3.3 secondi dalla fine, DeRozan ha centrato la tripla vincente toccando quota 28 punti, uno dei 4 Bulls a toccare almeno i 20 punti, con Zach LaVine ad arrampicarsi fino a 35. Chicago, al settimo successo in fila, festeggia così il primato nella Eastern Conference "Merito" anche dei Brooklyn Nets, sconfitti per 120-116 dai Los Angeles Clippers (Eric Bledsoe ne fa 27) nonostante un James Harden ancora in grande spolvero. Il Barba centra la terza tripla-doppia in quattro gare, bene Kevin Durant (28 punti), ma non basta. Giannis Antetokounmpo firma la seconda doppia-tripla della stagione e consente ai Milwaukee Bucks di allungare a sei la striscia di successi consecutivi: 136-113 contro i New Orleans Pelicans. Per Antetokounmpo 35 punti, 16 rimbalzi e 10 assist. Tutto facile per i Denver Nuggets contro Houston (124-111, Rockets in crisi con 7 ko consecutivi) il finale, mentre Detroit ha avuto bisogno di un overtime per avere la meglio su San Antonio: decisivo il tiro da tre punti praticamente alla sirena di Saddiq Bey (117-116), che interrompe la serie di quattro sconfitte consecutive dei Pistons, che restano ultimi a Est. (ITALPRESS). fsc/red 02-Gen-22 10:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Marevivo “Il rinvio della Plastic Tax al 2023 ci sconforta”

Articolo successivo

Tennis: Atp Cup. Berrettini cede a De Minaur, Italia-Australia 1-1

0  0,00