Calcio: Italiano “Confermarsi e se possibile migliorarsi missione viola”

6 minuti di lettura

"La Fiorentina ha disputato un ottimo girone di andata, vogliamo ripeterci", dice il tecnico gigliato FIRENZE (ITALPRESS) – "Anno nuovo, si riparte e dobbiamo avere sempre grandi motivazioni. Penso che adesso abbiamo una missione, che è quella di confermare quanto di buono fatto nel girone di andata e se è possibile migliorarci. Per noi è già un qualcosa di arduo e difficile perché penso che siamo stati in grado di fare un girone di andata ottimo, confermarci deve essere un nostro obiettivo, cercando di crescere sotto tanti aspetti perché nessuno è perfetto, nessuno finisce mai di avere difetti o problemi, noi dobbiamo cercare di limitarli, limarli, facendo di più di quel che abbiamo proposto nel girone di andata". E' un Vincenzo Italiano che si tuffa mentalmente nel girone di ritorno della sua Fiorentina, quello che parla alla vigilia della partita contro l'Udinese in programma alle 20:45 di domani, allo stadio 'Franchi' di Firenze, a meno che l'Asl di Udine, visti i sette contagi nel gruppo squadra del club friuliano, non blocchi la partenza per la Toscana della formazione guidata da Gabriele Cioffi. "Sono convinto che l'Udinese, come le altre squadre, siano state attente, ma non si sa dove e come circola il virus". "Se continua così – spiega Italiano – bisogna trovare una via di uscita o un compromesso, mettere delle regole ben precise in base a quanti contagiati ha una squadra per poter andare in campo, altrimenti bisogna fermarsi, ma bisogno deciderlo anche a livello di Lega serie A, non solo di Asl o di chi per esso. Fino a quando non ci sarà qualcosa di concreto e di certo, ci saranno problemi e confusione. Bisogna trovare una soluzione davanti a questi contagi così esagerati perché così non si può andare avanti. Noi ci siamo preparati per giocare la partita. Penso che sia giusto così, la Lega serie A dice che si deve giocare, poi non so se qualche altro ente bloccherà la gara. In questo momento siamo pronti, l'abbiamo preparata bene, i ragazzi sono stati fantastici, sono arrivati tutti motivatissimi dopo la sosta, quindi per noi non è cambiato nulla". La ricetta della Fiorentina per superare questa fase pandemica "è stata quella di stare attenti e di cercare di avere meno contagi possibili. I ragazzi sono stati molto bravi da questo punto di vista e fortunatamente abbiamo avuto solo due positivi, siamo contenti di come abbiamo superato almeno per il momento questa difficoltà e siamo pronti ad affrontare la partita". Sui vaccini e sull'obbligo vaccinale per gli atleti e gli staff, idee chiare. "In tanti siamo già alla terza dose, io personalmente la farò nei prossimi giorni, so che poi diventerà obbligo per tutti vaccinarsi, quindi adeguiamoci e vacciniamoci". In attesa di capire se la gara contro l'Udinese si disputerà o meno, la Fiorentina ha abbracciato da qualche giorno un suo nuovo acquisto, l'esterno offensivo francese, Jonathan Ikone'. "Il ragazzo è molto motivato, sa anche lui che velocemente deve iniziare a conoscere i compagni, l'idea di gioco, l'ambiente in cui si trova e immediatamente capirne di più per quanto riguarda la lingua – ha spiegato Italiano proprio parlando di Ikonè -. Gli chiesto come prima cosa di capire le tre-quattro parole d'ordine che riguardano la Fiorentina, soprattutto in campo, vedo che è molto attento e poi c'è un traduttore insieme a lui. A livello tecnico non si discute, ha un gran mancino, si vede che è un ragazzo abituato a giocare a certi livelli e a certi ritmi, è uno sveglio, è un ottimo acquisto per la Fiorentina". Un breve accenno brevemente alla vicenda Vlahovic dopo il nuovo 'botta e risposta' fra calciatore e società viola, circa un possibile rinnovo di contratto dell'attaccante serbo con la Fiorentina. "Sul suo futuro non so dire nulla, non so quel che accadrà. Per quanto mi riguarda non sono situazioni dove posso incidere o mettere bocca. Il ragazzo si sta comportando come ha sempre fatto, è reduce da qualche allenamento non al 100% perché ha avuto qualche problemino, ma per il resto solita gestione, solito Vlahovic e solita situazione che personalmente non mi preoccupa". Restando in tema mercato, il tecnico viola dice: "Di giocatori che vogliono andar via da qui penso che non ce ne sia neanche uno perché si è creato un qualcosa di bello, c'è un gruppo forte, coeso, dove tutti remano dalla stessa parte. Il mercato si è aperto il 3 gennaio, lo rimarrà fino al 31, il gruppo per adesso è questo, se verranno fuori necessità o situazioni, le valuteremo. Con l'arrivo di Ikone siamo felici e contenti, vedremo quel che succederà nei prossimi giorni". (ITALPRESS). lc/ari/red 05-Gen-22 16:34

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Roma. Mourinho “Rui Patricio gioca, Pellegrini non ha i 90′”

Articolo successivo

Tg Economia – 5/1/2022

0  0,00