Calcio: Ira Venezia per vicenda Salerno, Zanetti si consola con Cuisance

3 minuti di lettura

Si presenta il neo acquisto arrivato dal Bayern: "Il mio idolo? Zidane" VENEZIA (ITALPRESS) – L'eco della gara fantasma di giovedì a Salerno non si è ancora spenta in casa Venezia. Il giorno dopo, il direttore sportivo Mattia Collauto non le manda a dire: "La situazione è ridicola e qualcuno si deve prendere le sue responsabilità. Ci sta ridendo dietro tutto il mondo. Chiunque parla e noi non sappiamo che fare. È una vergogna. La Salernitana non si è presentata e, in questi casi, dovremmo vincere a tavolino. Poi sappiamo come andranno le cose. Ci va di mezzo la regolarità del torneo, mi pare evidente: in un modo o nell'altro, noi saremo penalizzati. E non lo accettiamo". Intanto oggi è il giorno della presentazione di Mickaël Cuisance, francese classe 1999 e proveniente dal Bayern. Monaco. Già inserito nella formazione titolare presentata all'arbitro giovedì all'Arechi, si tratta di un centrocampista con caratteristiche offensive. "La Serie A è un campionato importante, ne ho sentito parlare molto bene così come dell'Italia: non vedo l'ora di cominciare. Sono un calciatore che ama avere la palla e attaccare. Giocare a destra o a sinistra è indifferente. Il mio idolo? Zidane. Infatti ho scelto il numero 21 come quello indossato quando venne alla Juve. Ma cerco di restare me stesso", sono le prime parole del nuovo acquisto arancioneroverde. "Ho scelto il Venezia perché mi ha cercato in modo convinto, aveva un forte interesse e ha un progetto a lungo termine. Voglio aiutare la squadra a raggiungere gli stessi obiettivi. In Baviera ho imparato molto, con compagni di squadra forti. Cosa non ha funzionato in Germania? Come in tutti gli ambienti, ci sono state cose positive e negative" aggiunge il francese. Per la sfida di domenica con il Milan si dice pronto. "Sono molto concentrato, l'obiettivo è sempre lo stesso: fare più gol possibili per vincere". Per la gara contro i rossoneri mancheranno Ebuehi, impegnato con la nazionale nigeriana in Coppa d'Africa, oltre agli squalificati Caldara e Tessmann, qualora il giudice sportivo non omologasse il risultato di Salerno: dovrebbero scontare la giornata di stop contro i rossoneri. Inoltre saranno da valutare le condizioni di Romero, Vacca, Peretz e Bjarkason assenti a Salerno e due dei quali sono positivi al Covid. Dovrebbe rientrare Kiyine, che non è sceso a Salerno per una noia muscolare. (ITALPRESS). rag/glb/red 07-Gen-22 14:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Crystal Palace, Vieira “Ramsey? Farebbe comodo a tanti”

Articolo successivo

Scuola, Bianchi “Nessun ripensamento sul ritorno in presenza”

0  0,00