Calcio: Venezia. Zanetti “Milan squadra di alto livello, essere al top”

3 minuti di lettura

Il tecnico dei lagunari: "Tonali fantastico, Ibra si commenta da solo" VENEZIA (ITALPRESS) – Sotto con il Milan. Per il Venezia si tratta della prima gara di campionato del 2022 dopo non aver giocato a Salerno e subito se la dovrà vedere contro Ibra e compagnia. Una bella sfida per gli arancioneroverdi, considerato che mancherà pure lo squalificato Caldara. "Il Milan sta molto bene, è una squadra di alto livello e sarà un piacere incontrarla – spiega alla vigilia il tecnico dei lagunari, Paolo Zanetti – Ho preparato la gara in due giorni, dobbiamo essere al 100 per cento sotto l'aspetto fisico, tecnico e, soprattutto, mentale. Il Milan ha dimostrato tutta la sua forza contro la Roma, mettono tanti giocatori tra le linee, lavorano bene sull'uno contro uno, creano superiorità numerica, davanti Ibra garantisce alternative di gioco ma dobbiamo pensare a noi stessi e avere l'obbligo di essere al massimo. I valori in campo sono diversi ma se saremo al 100 per cento, qualche risultato lo abbiamo portato a casa. Ricarichiamoci, perché servirà tanta energia". Idee ben precise e una chiara identità di gioco sono i concetti espressi da Pioli parlando del collega del Venezia. Zanetti prende e incassa i complimenti. "Sono onorato per le belle parole spese da me da un allenatore di livello come Pioli. Sui concetti da lui espressi ci lavoro tutti i giorni e fondo la mia filosofia", fa sapere. Per la sfida di domani alle 12.30 il mister dei veneti deve fare i conti con qualche problema di formazione. "In difesa ho gli uomini contati, perché Ebuehi non c'è e a destra ho solo Mazzocchi, a sinistra Haps e in mezzo Modolo, recuperato da poco, mentre Caldara è squalificato. L'unico modo per difendersi meglio è attaccarli, sfruttando gli spazi che ci concederanno. Tonali è un giocatore fantastico, impressionante: non lo marcherò a uomo ma dobbiamo limitarlo sotto l'aspetto tattico. Ibra si commenta da solo, uno dei più forti di sempre, un attaccante incredibile e gli basta poco per incidere. Lui sposta gli equilibri e dà al Milan delle alternative di gioco, segna in tutti i modi, ha carisma. Dovremmo essere perfetti e lavorare di reparto. Se vogliamo salvarci, nel ritorno dovremmo fare più punti rispetto all'andata e prendere meno gol", conclude il tecnico di Valdagno. (ITALPRESS). rag/mc/red 08-Gen-22 18:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, Meloni: “Il Governo prosegue la con sua strategia fallimentare”

Articolo successivo

Calcio: Napoli. Koulibaly positivo al Covid-19

0  0,00