Ibrahimovic e doppietta Hernandez, il Milan vince 3-0 a Venezia

3 minuti di lettura

Tutto facile per i rossoneri, in testa in attesa di Inter-Lazio VENEZIA (ITALPRESS) – Terza vittoria consecutiva per il Milan che nel primo match della 21^ giornata sbanca il Penzo e continua la sua corsa scudetto, balzando momentaneamente in testa (ma l'Inter ha due gare in meno). La rete di Ibrahimovic in avvio e la doppietta di Theo Hernandez nella ripresa stendono il Venezia che chiude anche in dieci uomini per l'espulsione di Svoboda. Con Ebuehi in Coppa d'Africa e Caldara squalificato Zanetti è costretto a rivedere la sua difesa: dentro Haps e Svoboda mentre in mediana fa il suo esordio l'ex Bayern Monaco Cuisance. Avanti Okereke e Aramu alle spalle di Henry. Pioli sceglie Bakayoko per affiancare Tonali nel centrocampo rossonero. Rafael Leao si unisce a Saelemaekers e Diaz sulla trequarti, Ibrahimovic riferimento centrale. Proprio sull'asse Leao-Ibra l'immediato vantaggio del Milan al primo affondo della partita: il portoghese sguscia via sulla sinistra e mette al centro un cross teso rasoterra che lo svedese, a porta spalancata, deve solo appoggiare in rete. Colpito a freddo, il Venezia in avvio fa fatica a contenere Leao che semina il panico sulla sua corsia di competenza e Romero deve intervenire per sventare una conclusione sul primo palo del 17 avversario. Col passare dei minuti i lagunari prendono le misure e per il Milan diventa più difficile creare occasioni da gol. Ci provano Theo Hernandez e Florenzi dalla distanza, per due volte il portiere smanaccia in angolo. In attacco però la squadra di casa è sterile, da segnalare c'è poco. Irrati lascia correre dopo un contatto in area rossonera tra Florenzi e Henry. Poco prima il francese aveva chiamato in causa Maignan ma il suo colpo di testa, debole e centrale, era stato facile preda dell'estremo rossonero. L'apertura di secondo tempo è una fotocopia dell'inizio del primo. Leao veste ancora i panni dell'assistman e imbuca per l'inserimento di Theo Hernandez che fulmina Romero sul suo palo, 2-0 Milan. Passano dieci minuti e arriva anche il tris. Doppia ingenuità di Svoboda che prima regala il pallone a Ibrahimovic e poi, sullo sviluppo dell'azione, para con il braccio la conclusione a botta sicura di Theo Hernandez: rosso diretto e calcio di rigore. Dal dischetto si presenta proprio capitan Theo che incrocia in alto a destra e firma la doppietta personale. Nel finale girandola di cambi. Nel Milan c'è l'esordio in Serie A del classe 2002 Stanga. (ITALPRESS). gve/fsc/red 09-Gen-22 14:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Scala dei Turchi, la scogliera ripulita dai volontari

Articolo successivo

Sci alpino: Cdm. Strolz vince lo slalom di Adelboden, Vinatzer 7°

0  0,00