Calcio: Supercoppa Spagna. Ancelotti e il Clasico “Col Barça alla pari”

3 minuti di lettura

"Noi stiamo bene, loro hanno avuto qualche problema in più, ma è una partita secca", dice il tecnico dei blancos RIYADH (ARABIA SAUDITA) (ITALPRESS) – Il Clasico ha sempre la sua enorme importanza, ma quello di domani è uno di quelli che può servire per mettere le mani su uno dei trofei della stagione. Carlo Ancelotti è ormai un veterano del derby di Spagna, ovvero della sfida tra il suo Real Madrid e un Barcellona che sta vivendo un periodo difficile della sua immensa storia, ma che resta sempre il Barça. Domani a Riyadh, in Arabia Saudita, va in scena la prima semifinale della Supercoppa spagnola (giovedì la seconda, Atletico Madrid-Athletic Bilbao) e i blancos sono i grandi favoriti. "Arriviamo bene e in una condizione buona a questo appuntamento che mette in palio il primo titolo della stagione, sarebbe bello conquistare la Supercoppa", spiega il tecnico italiano, consapevole che il suo Real si presenta in una situazione migliore rispetto agli avversari azulgrana. "E' una partita, ci sarà un solo vincitore e ci sarà da giocare nel miglior modo possibile. Il Barça ha avuto più problemi di noi quest'anno, ma è una partita e può succedere di tutto. Alla vigilia di una partita come quella di domani c'è un mix di tensione ed entusiasmo come sempre quando si affronta il Barça, è molto bello vivere queste sfide". E' un Barcellona senza Messi, diverso da quello di qualche anno fa, ma comunque sempre una squadra da temere "con veterani come Piqué, Alba, Busquets e giovani che si stanno mettendo in mostra e che hanno un grande futuro come Gavi, Nico e altri". Tutto vero, ma il Real resta favorito, anche se Ancelotti è molto prudente sull'argomento. "Si parte dallo 0-0 e sarà una partita equilibrata come lo è stata quella del Camp Nou quando non c'era ancora Xavi". Già allora c'era ancora Ronald Koeman, poi esonerato per fare spazio appunto a Xavi. "Mi piace perchè ha le idee chiare sul gioco che vuole dare alla sua squadra – spiega Ancelotti parlando del collega -, sta seguendo la linea che è nel DNA del club, sta facendo bene e con le sue idee il Barcellona è destinato a crescere". Ultima battuta ancora sul valore del Clasico. "So perfttamente che vuol dire giocare una gara del genere, ma io prima di ogni partita ho qualche timore, per esempio ero molto nervoso alla vigilia della gara con il Valencia. Ripeto domani partiamo dallo 0-0, sarei preoccupato se i miei giocatori si sentissero i favoriti, ma so che così non è". (ITALPRESS). ari/red 11-Gen-22 17:23

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Napoli. Lozano negativo, può tornare in Italia

Articolo successivo

Calcio: Coppa Italia. Zanetti “Atalanta big, voglio un Venezia attento”

0  0,00