Calcio: Andreazzoli “Venezia ostico,ko Sassuolo episodio da dimenticare”

3 minuti di lettura

"L'obiettivo resta la salvezza", sottolinea il tecnico dell'Empoli EMPOLI (ITALPRESS) – Dopo la sconfitta col Sassuolo l'Empoli vuole riprendere il cammino, ma dovrà stare attento sul campo della sua bestia nera degli ultimi anni, il Venezia. Mister Aurelio Andreazzoli ha le idee chiare su come affrontare il match. "Nella gara di andata ho fatto mea culpa – spiega il tecnico -, ma ora è difficile paragonare la gara di allora a quella di adesso. Il Venezia è una squadra ostica, a cui dobbiamo prestare la massima attenzione. L'abbiamo naturalmente studiata di nuovo per avere le idee ancora più chiare. Il nostro obiettivo – aggiunge Andreazzoli – resta la salvezza. Sono stati bravi i ragazzi e la classifica non ce l'ha regalata nessuno, ma quello che manca ce lo dobbiamo conquistare. Abbiamo seminato molto e adesso vogliamo raccogliere". La gara col Sassuolo ha mostrato alcuni aspetti da migliorare in casa azzurra ma Andreazzoli non si scompone. "Non è stato un risultato dettato dalla sfortuna ma meritato – ammette l'allenatore massese -, perché non siamo stati capaci di contrapporci al Sassuolo. La partita si era rimessa abbastanza bene, a cavallo tra il primo e secondo tempo, poi è arrivata l'espulsione che ha chiuso di fatto la partita. Bisogna essere onesti però, abbiamo perso quella gara sotto ogni punto di vista". "Si tratta di un episodio che dobbiamo metterci alle spalle, ponendo la massima attenzione sulle cose da migliorare. A volte trovi squadre che giocano meglio di te, bisogna lavorare con la solita attenzione cercando di migliorare un passo alla volta", ha aggiunto il tecnico azzzurro che deve fare i conti con una vera emergenza in difesa. "Romagnoli sta bene e ci sarà – spiega il mister -. Sulla sinistra abbiamo fuori sia Parisi che Marchizza, dobbiamo decidere chi giocherà. Difesa a tre? Potrebbe essere, non abbiamo ancora deciso. Purtroppo quando il numero di calciatori è limitato si va in sofferenza e mi dispiace – spiega Andreazzoli -. Anche perché sia per la classifica che per le soddisfazioni personali, in una settimana così impegnativa con tre gare ravvicinate ci piacerebbe molto contare su tutti, ma non so se sarà possibile farlo. Avremo il numero minimo di calciatori, faremo il meglio che possiamo". (ITALPRESS). mar/ari/red 15-Gen-22 14:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Kriechmayr vince la discesa di Wengen, Paris terzo

Articolo successivo

Calcio: Thiago Motta “Corsa salvezza ancora lunga, Milan squadra forte”

0  0,00