Dominio Warriors a Chicago, Gallinari ne fa 18 ma Hawks ko

3 minuti di lettura

Golden State batte i Bulls 138-96, buona la prestazione del Gallo, ma Atlanta perde a Miami NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Riscatto da grande squadra. Golden State si rialza subito dopo la sconfitta con i Milwaukee Bucks e travolge la prima della classe della Eastern Conference, imponendosi a Chicago con un netto 138-96. Warriors scatenati, vittoria che premia il gruppo come dimostrano i sei giocatori in doppia cifra, con Jonathan Kuminga che risulta il miglior realizzatore dei suoi con 25 punti messi a referto dalla panchina da dove arrivano anche gli 11 di Lee. Ventidue i punti di Jordan Poole, uno in più di Andrew Wiggins, mentre ne fa 19 Stephen Curry e c'è anche la doppia doppia da 10 punti e 12 rimbalzi di Kevon Looney. Serata no per i Bulls nonostante i 20 punti di Coby White dalla panchina e la doppia doppia da 19 punti e 14 rimbalzi di Nikola Vucevic, il migliore dei suoi. Ne fa 17 DeRozan, 15 Lonzo Ball, mentre gioca solo 4 minuti Zach LaVine, costretto a lasciare il campo per un problema al ginocchio. Chicago mantiene comunque il primato a Est, anche se viene raggiunto a quota 27 vittorie da Miami che, però, ha disputato due gare in più. Gli Heat battono in casa gli Hawks per 124-118. Un'altra sconfitta per Atlanta, la quarta consecutiva, anche se la prestazione è incoraggiante. Bene Danilo Gallinari che dalla panchina fa registrare al suo attivo 18 punti, 5 rimbalzi e 1 assist. Sfiora la doppia doppia Trae Young che mette a referto 24 punti e 9 assist, ne fa 20 De'Andre Hunteer, ma Miami ne manda 7 in doppia cifra con Tyler Herro che ne fa 24 dalla panchina. Doppie doppie per Jimmy Butler (23 punti e 10 assist) e Omer Yurtseven (17 punti e 11 rimbalzi). In tutto nove le gare disputate nella notte italiana. Vittorie per Magic (116-109 contro gli Hornets con 19 punti per Wagner), Pistons (103-87 con 21 punti per Lyles), Suns (112-94 contro Indiana con 27 punti e 12 rimbalzi), Sixers (111-99 contro i Celtics con 25 punti e 13 rimbalzi per Embiid), Cavaliers (114-109 contro gli Spurs con 32 punti per Garland), Mavericks (112-85 con tripla doppia da 27 punti, 12 rimbalzi e 10 assist per Doncic) e Kings (126-114 sui Rockets con 26 punti e 13 rimbalzi per Bagley). (ITALPRESS). ari/red 15-Gen-22 09:44

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Djokovic torna in stato di fermo, Nadal “Tennis va avanti”

Articolo successivo

Covid, Anelli “No sconti sui numeri, ma interventi per ospedali”

0  0,00