Calcio: Mihajlovic “Il Napoli? Non sempre vince il più forte”

1 minuto di lettura

"Orsolini è out, per il mercato dipende tutto dal budget" BOLOGNA (ITALPRESS) – Sinisa Mihajlovic sa bene che la partita con il Napoli di domani, al Dall'Ara alle 18.30, mette di fronte due squadre con obiettivi e realtà tecniche diverse. Ma nel calcio ci sta tutto: "Se noi siamo stanchi loro dovrebbero essere stanchissimi. Spero che domani loro non facciano punti e che poi vincano tutte le altre. Hanno diverse partite in più sulle gambe e sappiamo che nel calcio non sempre vince il più forte". In settimana il Bologna ha recuperato tutti i positivi. Gli ultimi ieri, Medel e Vignato, poco prima Hickey, mentre da tre giorni possono allenarsi con i compagni anche Soumaoro e Sansone, che non avevano il green pass: "I positivi sono recuperati ma oggi faranno solo il primo allenamento. Poi abbiamo anche degli acciaccati dopo Cagliari e qualcuno non lo avremo. Andremo in campo comunque con undici giocatori. Orsolini? Non ha recuperato". Poi prosegue Mihajlovic, ricordando la partita di martedì a Cagliari: "Non mi sono lamentato delle assenze ma della partita giocata molto presto e senza allenamenti. C'è stata furbizia. Io mi sono sempre riferito alle conseguenze che potevano esserci, soprattutto in relazione all'incolumità dei calciatori. Poi, certo, si poteva gestire meglio il risultato e non meritavamo di perdere ma quando ti manca lucidità è tutto più difficile". Proprio Medel, di certo, lo metterà alla prova: "Gary mi chiederà di giocare? Sì, credo che lo farà ma io sceglierò altro. Dove posso, l'idea è non rischiare giocatori e lì posso scegliere un altro. Probabilmente Medel entrerà a partita in corso. Binks? Ero sicuro che avrebbe fatto bene a Cagliari e sono sicuro che farà bene". Tante critiche, dopo il gol nel finale a Cagliari, le ha subite Skorupski: "Il problema del portiere è che quando sbaglia gli si dà subito la colpa a lui, perché poi si prende gol. Io sono contento di Lukasz, sono molte di più le partite in cui ha fatto bene di quelle in cui ha sbagliato". Il tecnico del Bologna non parla mai di mercato e contin ua a farlo anche se incalzato dai giornalisti: "Non sono io il responsabile delle spese o delle scelte dei giocatori, alleno chi ho a disposizione. Prima si fanno riunioni per decidere e valutare ma tutto dipende dal budget. Solo alla fine valuto con il direttore sportivo i giocatori da prendere. Sappiamo cosa c'è da fare, dove siamo più lunghi e dove siamo più corti, e la società farà il possibile per migliorarsi. Per noi non deve essere un alibi". (ITALPRESS). mf/pdm/red 16-Gen-22 15:14

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Quirinale, Fico “Elezione entro il 3 febbraio, non ci saranno ricorsi”

Articolo successivo

Covid, Sileri “Le regole verranno alleggerite presto, valutare i dati”

0  0,00