Calcio: Juric scuote Toro “Serve più concentrazione, è ora fare punti”

1 minuto di lettura

"Mi diverto solo quando si vince, non è bello non vincere per 5 gare di fila" TORINO (ITALPRESS) – Domani pomeriggio allo stadio Dall'Ara si affrontano il presente e il passato del Torino. Quella fra i granata e i rossoblù sarà infatti anche la sfida fra il croato Ivan Juric, attuale condottiero della squadra presieduta da Urbano Cairo, e il serbo Sinisa Mijahlovic, ex tecnico del Toro. Pur essendo entrambi provenienti dall'ex Jugoslavia, i rapporti fra i due allenatori che si affronteranno domani sono limitati alla sfera professionale: "Con Mihajlovic ho una relazione cordiale, anche se non ci conosciamo personalmente", le parole alla vigilia di Juric, che conosce meglio il Bologna, "una squadra che sta attraversando un buon momento, hanno parecchi giocatori di qualità e perciò quella che affronteremo domani sarà una squadra forte". Passando ad analizzare la propria di squadra, Juric difende la prova offerta dai suoi nell'ultimo match perso in casa contro il Cagliari: "Rivedendola a posteriori, la prestazione col Cagliari mi è piaciuta molto, così come nel derby con la Juve. Subiamo poco e creiamo tanto, ma purtroppo prendiamo gol. Stiamo purtroppo pagando gli errori che commettiamo ultimamente. Occorre mettere più concentrazione per riuscire a portare a casa il risultato ad ogni costo". Il tecnico croato non risparmia tuttavia critiche ai propri giocatori: "Se mi diverto ad allenare il Toro? Io mi diverto solo quando si vince e sicuramente in questo momento non mi sto divertendo molto. Non è bello non vincere per cinque partite di fila. Nelle ultime partite ci siamo giocati tutti i jolly possibili, ma purtroppo non abbiamo conquistato i punti e adesso è ora di farli". (ITALPRESS). rol/glb/red 05-Mar-22 15:42

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Spalletti “Napoli al top, lo scudetto ci renderebbe immortali”

Articolo successivo

Calcio: Andreazzoli “Tra gioco e vittoria questa volta scelgo i 3 punti”

0  0,00