Calcio: Mihajlovic “Saputo deluso? Ne parleremo, ma bilanci alla fine”

1 minuto di lettura

"Possiamo ancora arrivare tra le prime dieci", dice il tecnico del Bologna BOLOGNA (ITALPRESS) – "Non posso dire ora se Mihajlovic resterà, vedremo a fine stagione se gli obiettivi saranno stati raggiunti, voglio gente motivata". Parole importanti che, ovviamente, hanno trovato spazio nella conferenza stampa della vigilia di Bologna-Torino. Sinisa Mihajlovic deve pensare al match con i granata, ma deve anche tenere conto delle parole del presidente Joey Saputo, nell'intervista rilasciata a "Il Resto del Carlino "dove si dice deluso dagli ultimi risultati della squadra. "Vincendo domani andremmo a 35 punti, una quota che, vedendo le ultime stagioni, vorrebbe dire salvezza – ha detto il tecnico serbo alla vigilia -. Il nostro obiettivo non è salvarci, ma i conti si fanno alla fine e possiamo ancora arrivare tra le prime dieci. Adesso c'è un ciclo di partite difficile e dopo questi quattro match sapremo meglio dove potremo arrivare. I mesi di febbraio e marzo sono sempre i più difficili perché tutte le squadre hanno un obiettivo. Il Bologna nelle ultime uscite ha ritrovato la sua strada e vedo quotidianamente come si allenano i ragazzi". Alle parole del patron, che chiede una squadra motivata e sempre pronta a lottare, Mihajlovic risponde rinviando tutto a un confronto faccia a faccia. "Le critiche sono giuste, leggerò l'intervista, ma conosco la persona e quindi so che il presidente avrà detto cose in maniera pacata. Non esistono uniche verità, bisogna mettere assieme i tasselli per arrivare a una verità condivisa – prosegue Mihajlovic -. In questi casi le cose importanti si dicono di persona, per questo dico che quando ci vedremo avremo modo di spiegarci. Quando vivi dall'altra parte del pianeta è difficile capire cosa accade qui quotidianamente. Comunque il campionato non è finito e avremo modo di confrontarci". Quindi uno sguardo alla partita nella quale mancherà per Covid il bomber rossoblù, Marko Arnautovic: "E' un peccato che non ci sarà, non ci voleva, ma chi giocherà so che darà tutto. Abbiamo davanti giocatori che possono fare ciò che mi aspetto e vedendo come gioca il Toro forse potremo metterli in difficoltà senza una vera e propria prima punta. Soriano falso nove? Può essere una soluzione. Sansone? Sono tutti giocatori importanti, ma quel che conta è dare il massimo e lui non ha mai sbagliato atteggiamento. Ho fiducia in lui, è un giocatore di qualità e personalità". Parlando ancora di singoli, Mihajlovic risponde così alle domande sul presunto calo di Theate. "E' normale per un giovane arrivare e fare subito bene, poi dopo quando vieni convocato in nazionale rischi di montarti la testa. Ne abbiamo parlato, per lui non era così ma è in ripresa e sta capendo. Sicuramente deve migliorare su alcune cose, ma sono sicuro che arriverà lontano". (ITALPRESS). mf/ari/red 05-Mar-22 13:47

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

F.1: Ucraina. Haas licenzia Mazepin, il russo “Sono molto deluso”

Articolo successivo

Salvini “Ci opporremo ad aumento tassa sulla casa”

0  0,00