Calcio: Venezia. Poggi”Destino nelle nostre mani,non inferiori a rivali”

2 minuti di lettura

Il responsabile del settore tecnico crede nella salvezza: "Dobbiamo ritrovare l'entusiasmo" dice l'ex attaccante VENEZIA (ITALPRESS) – Il momento è delicato in casa Venezia; appena cinque punti nel girone di ritorno, terzultimo posto in classifica e, all'orizzonte, la trasferta in casa della Lazio. Inoltre domani è attesa l'udienza della Corte Sportiva di Appello della Figc per discutere del reclamo presentato dalla società contro la decisione del Giudice sportivo di far giocare la partita contro la Salernitana prevista per il 6 gennaio e non disputata per la vicenda Covid. Dunque scende in campo la società, con il responsabile dell'area tecnica Paolo Poggi pronto a spronare l'ambiente e fare quadrato per la volata finale. "Dalle situazioni difficili o di euforia se ne esce in modo soggettivo, ciascuno reagisce a modo suo. Quando giocavo, ho sempre preso coscienza del momento difficile e mi sono concentrato su quello che c'era da fare" dice il dirigente. Nelle ultime ore si è fatto un gran parlare attorno al nome di Zanetti ma la società lo ha sempre difeso, a partire dal presidente Duncan Niederauer. "Ho parlato con lui domenica dopo la partita contro il Sassuolo. Già hanno espresso la loro opinione il presidente e il direttore sportivo Mattia Collauto. La scorsa estate abbiamo rinnovato il contratto a Zanetti sino al 2025 e si prosegue se le cose vanno bene o male. Non avrebbe senso cambiare. Invece è giusto che ognuno, secondo le proprie responsabilità, faccia qualcosa un po' di più: anche l'un per cento a testa può essere utile alla causa" spiega ancora Poggi. Lo stesso ex attaccante di Udinese e Torino sprona i giocatori. "C'è spirito di squadra, il gruppo è stata la nostra forza lo scorso anno. Anche quest'anno è la stessa cosa, si lavora bene anche se sappiamo che non è sufficiente, visto lo stato attuale. Tutti dobbiamo remare dalla stessa parte. Dà fastidio essere in questa posizione di classifica; eravamo abituati a stare un po' più in alto ma sapevamo che sarebbe stata una battaglia sino alla fine. Abbiamo avuto un buon momento, altri hanno cambiato rotta e non siamo riusciti a consolidare alcune opportunità che ci avrebbero permesso di affrontare il futuro in modo più tranquillo. Mi riferisco anche al Genoa in casa, erano partite da non sprecare. Siamo lì, era prevedibile questa situazione in questo momento del campionato". "Ora serve ritrovare entusiasmo per le prossime partite, non siamo inferiori alle altre. Sui nuovi di gennaio, non ci aspettavamo qualcosa di diverso. Sono entrati in un momento diverso della squadra e non era facile essere incisivi da subito. Mi aspetto tanto da Nsame in questa volata finale: sta diventando giocatore che ci attendavamo. Bene, invece, l'esordio di Mateju contro il Sassuolo". Poggi non esclude un intervento sul mercato, vista la possibilità di tesserare dei giocatori russi e ucraini sino al termine della stagione. "Si dovrebbe sapere qualcosa venerdì e, a quel punto, vedremo in base alle condizioni fisiche dei nostri. Si tratta di un'opzione, sarebbe stupido non farlo" aggiunge il responsabile dell'area tecnica. Infine una battuta sull'udienza di domani, giovedì, per il caso Salernitana. "Non mi aspetto nulla. Piuttosto speravo in qualcosa di diverso dal giudice sportivo. Il destino ce lo costruiamo noi. Dobbiamo fare la corsa su noi stessi; se vinciamo, altre squadre finiranno dentro la lotta per non retrocedere. Sapere di dover recuperare una gara è un disturbo. Per questo motivo volevamo giocare subito. Era ingiusto non scendere in campo quel 6 gennaio. Quando rinvii, resta un vuoto psicologico: pensavamo di avere tutto il diritto di reclamare quanto non fosse giusta quella situazione. Ma non è un alibi" conclude Poggi. (ITALPRESS). rag/ari/red 09-Mar-22 17:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Agrifood Magazine – 9/3/2022

Articolo successivo

Tg Sport – 9/3/2022

0  0,00