Bastianini “Non sarà facile ripetersi in Indonesia”

1 minuto di lettura

Il pilota del Team Gresini, trionfatore in Qatar: "Mi aspetto tanti tifosi al Mandalika" ROMA (ITALPRESS) – Il Team Gresini MotoGp correrà il suo primo appuntamento casalingo a circa 12 mila chilometri di distanza da Faenza sul Mandalika International Circuit. Con una fanbase enorme in Indonesia, e con una folta rete di collaborazioni battenti bandiera biancorossa, la squadra capitanata da Nadia Padovani si presenta al secondo appuntamento mondiale da assoluto protagonista. I 25 punti strappati con una prova maiuscola in Qatar fanno di Enea Bastianini il primo leader di questa stagione 2022 e al Mandalika ci saranno tutti gli ingredienti per continuare a fare bene. I test parlano chiaro, anche se saranno tante le variabili da tenere in considerazione: a partire dalle nuove gomme fino alle parti riasfaltate del circuito, senza dimenticare il fattore meteo. "Non vedo l'ora di arrivare in Indonesia – sottolinea Bastianini, primo leader della motoGp – Veniamo da una gara incredibile in Qatar dove ho trovato la mia prima vittoria. Non sarà facile ripetersi, ma nei test abbiamo sicuramente messo a referto un buon passo. Dovrebbero aver riasfaltato alcune parti della pista, quindi non so bene cosa aspettarmi. Anche le gomme saranno diverse rispetto ai test, ma c'è da continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad ora. Mi aspetto tantissimo pubblico e tanti supporter della Gresini Racing, non vediamo l'ora". Secondo appuntamento ufficiale anche per Fabio Di Giannantonio. Anche per lui buoni test al Mandalika un mese fa nonostante le precarie condizioni fisiche. Ora il numero 49 ci arriva in perfetta forma e con un pizzico di esperienza dopo i tanti chilometri sul tracciato di Losail. C'è da migliorare il 17° posto del Qatar, ma soprattutto continuare a crescere in sella alla Desmosedici GP21. "Torniamo in un posto bellissimo dove per altro vantiamo tantissimi tifosi – sottolinea Di Giannantonio – Sempre bello ed importante sentire il calore della gente e a Mandalika sono sicuro sarà così. Arrivo in Indonesia con un pochino di esperienza più sulla gestione della gara, ma ovviamente siamo ancora nella cosiddetta fase di studio: vogliamo imparare e vogliamo farlo con i tempi giusti. L'obiettivo è migliorare sempre un po', a Mandalika possiamo farlo". (ITALPRESS). mc/com 14-Mar-22 09:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Michel: “Pronte nuove sanzioni per la Russia”

Articolo successivo

Lucescu “Ucraini e russi sono fratelli, lo sport può aiutare”

0  0,00