Nuotatori della nazionale Ucraina a Lignano Sabbiadoro

1 minuto di lettura

Il presidente della Fin Barelli: "Gesti di solidarietà siano un esempio per tutti" ROMA (ITALPRESS) – Sos dell'Ucraina del nuoto raccolto dall'Italia. Una selezione di atleti elite svolgerà un allenamento collegiale a Lignano Sabbiadoro dal 15 al 31 marzo. "Dopo il sincro, anche il nuoto ha scelto il nostro Paese per riprendere l'attività sportiva lontano dalla guerra – racconta il presidente della Fin Paolo Barelli – Quando abbiamo ricevuto la richiesta di aiuto da parte della federazione di nuoto ci siamo immediatamente attivati per individuare le soluzioni più adeguate alle loro necessità. Gli atleti dovrebbero superare oggi il confine ungherese e lì troveranno un nostro trasporto pronto a proseguire la corsa sino a Lignano. La nostra speranza è che questi gesti di solidarietà siano un esempio per chiunque abbia la possibilità di intervenire in soccorso del popolo ucraino drammaticamente colpito dalla guerra". La federazione ucraina ha chiesto alla Federazione Italiana Nuoto di individuare una sede per svolgere un raduno collegiale con la propria squadra elite di nuoto in un complesso dotato di piscina olimpica, foresterie, palestra e ristorazione. La soluzione condivisa è stato il centro di allenamento a Lignano Sabbiadoro che, quindi, dal 15 al 31 marzo diventerà la sede di 12 atleti guidati da 4 tecnici. La Federazione Italiana Nuoto si occuperà di garantire il trasporto dal confine ucraino al centro sportivo. La selezione di nuoto ucraina è composta da Vladyslav Bukhov, Denys Kesil, Vadym Naumenko, Oleksii Hrabarov, Artem Bondar, Valentyn Nesterkin, Illia Linnyk, Oleksandra Zevina, Daryna Zevina, Maksym Ovchinnikov, Serhii Shevtsov, Maksym Tkachuk e dai tecnici Andrii Khloptsov, Iurii Zevin, Oleksandra Kurbanova e Kostiantyn Kartashov. (ITALPRESS). mc/com 14-Mar-22 12:22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Al via crowdfunding per i 400 anni della Milizia di Bannio Anzino

Articolo successivo

Ucraina, aumentano i profughi al confine ovest con la Polonia

0  0,00