Ciclismo: Domani la Milano-Sanremo, Viviani e Ganna sfidano Pogacar

1 minuto di lettura

Lo sloveno cerca il tris dopo le vittoriose Tirreno-Adriatico e Strade Bianche MILANO (ITALPRESS) – Cresce l'attesa per la Milano-Sanremo Eolo: gli azzurri Viviani e Ganna sfideranno il favorito Pogacar. La 113esima edizione della corsa aprirà domani la stagione delle Classiche Monumento, riproponendo dopo due anni di assenza il percorso tradizionale con l'ascesa del Passo del Turchino e l'ormai classico arrivo in Via Roma, teatro di un finale nel quale scopriremo se a trionfare sarà un velocista o uno dei tanti finisseurs, che proveranno ad anticipare la volata di una corsa come sempre incerta. La grande novità è rappresentata dalla location di partenza con il via che verrà dato domattina alle 9.50 dal Velodromo Maspes-Vigorelli, che ha ospitato il Giro d'Italia, il Giro di Lombardia e tante Sei Giorni ma mai la partenza della Classicissima. Presenti molti dei big del ciclismo mondiale come Tadej Pogacar, Wout Van Aert, Peter Sagan, Mads Pedersen, Filippo Ganna, Primoz Roglic, Giacomo Nizzolo, Alexander Kristoff, Thomas Pidcock, Michael Matthews, Fabio Jakobsen, Greg Van Avermaet, Michal Kwiatkowski, Arnaud Demare, Nacer Bouhanni, Jasper Philipsen, Elia Viviani, Alberto Bettiol, Phil Bauhaus e Philippe Gilbert. Al via ci sarà anche Mathieu Van der Poel, pronto al debutto stagionale. Il favorito numero uno è lo sloveno Pogacar. Il ciclista dell'UAE Team Emirates, vincitore degli ultimi due Tour de France, quest'anno ha già conquistato l'UAE Tour e ha trionfato nelle recenti Tirreno-Adriatico e Strade Bianche. La Milano-Sanremo 2022 si svolgerà sul percorso classico che per più di 110 anni ha collegato Milano con la riviera di Ponente attraverso Pavia, Ovada, il Passo del Turchino per scendere su Genova Voltri. Da lì si procederà verso ovest attraverso Varazze, Savona, Albenga fino a Imperia e San Lorenzo al Mare dove dopo la classica sequenza dei Capi (Mele, Cervo e Berta) si affronteranno le due salite inserite negli ultimi decenni: Cipressa (1982) e Poggio di Sanremo (1961). La Cipressa supera 5.6 km al 4.1% per immettere il gruppo nella discesa molto tecnica che riporta sulla ss.1 Aurelia. A 9 km dall'arrivo inizierà la salita del Poggio di Sanremo (3.7 km a meno del 4% di media con punte dell'8% nel tratto che precede lo scollinamento). La salita presenta una carreggiata leggermente ristretta e 4 tornanti nei primi 2 km. La discesa è molto tecnica su strada asfaltata, ristretta in alcuni passaggi, con e un susseguirsi di tornanti e di curve e controcurve fino all'immissione nella statale Aurelia. L'ultima parte della discesa si svolgerà nell'abitato di Sanremo. Ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini. Da segnalare a 850 metri dall'arrivo una curva a sinistra su rotatoria e ai 750 metri dall'arrivo l'ultima curva che immette sulla retta finale di via Roma. (ITALPRESS). pdm/com 18-Mar-22 17:19

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Inzaghi “L’Inter ha la voglia giusta, servono intelligenza e lucidità”

Articolo successivo

Verstappen e Leclerc fanno il vuoto nelle libere in Bahrain

0  0,00