Quartararo e Morbidelli rilanciano la Yamaha in Indonesia

1 minuto di lettura

Il campione del mondo in carica in evidenza nelle prove libere sul nuovo circuito di Mandalika MANDALIKA (INDONESIA) (ITALPRESS) – Il venerdì di prove libere sul nuovo circuito di Mandalika per il Gran Premio dell'Indonesia rilancia la Yamaha dopo la delusione del Qatar. Il campione del mondo in carica Fabio Quartararo, reagisce a una FP1 anonima in condizioni difficili per la pioggia e chiusa al sedicesimo posto e a uno spegnimento della moto a metà delle FP2, graffiando il miglior tempo di giornata in 1'31"608, davanti al compagno di squadra Franco Morbidelli per soli 30 millesimi. "Qui c'è un po' più di grip rispetto al Qatar, così siamo più veloci. Abbiamo fatto un bello step sul time attack e sul passo", la fiducia del Diablo. Alle spalle spuntano le prime Ducati, quelle di Johann Zarco, Jorge Martin ed Enea Bastianini, quinto dopo la gioia di Losail, e Jack Miller. Il centauro italiano chiede però troppo a se stesso e perde il controllo nel tentativo di time attack negli ultimi minuti di sessione, scivolando fuori pista ma senza conseguenze. Tra le Ducati a ridosso delle prime posizioni manca quella di 'Pecco' Bagnaia, solamente ventunesimo nella classifica combinata ma sfortunato nei suoi giri migliori, costretto ad abortire per le bandiere gialle provocate da alcune cadute come quella di Marc Marquez. Lo spagnolo della Honda si stende ad altissima velocità in curva 11 e, come Bagnaia, sarà costretto a premere sull'acceleratore anche in FP3 per rimediare al 22° crono ed entrare in top-10, completata dall'Aprilia di Aleix Espargaro, le Ktm di Brad Binder e Miguel Oliveira e la Suzuki di Alex Rins, che nega l'ingresso ad un buon Andrea Dovizioso. La Moto2 vede il britannico Jake Dixon con la sua GasGas davanti a tutti e con Celestino Vietti, primo inseguitore, staccato di quasi mezzo secondo. In Moto3 Andrea Migno, vincitore in Qatar, dà seguito al suo avvio di stagione da sogno firmando il miglior tempo di giornata e sull'asciutto è l'unico ad andare sotto l'1'40", precedendo Tatay e l'altro italiano Foggia. Il lungo sabato diviso tra le ultime sessioni di libere e le qualifiche partirà proprio con la Moto3, dall'1.50 del mattino in Italia. (ITALPRESS). spf/ari/red 18-Mar-22 09:39

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Guerra mediatica. Ma Zelensky vuole o non vuole entrare nella Nato?

Articolo successivo

Covid, Mattarella “Il 18 marzo 2020 rimarrà inciso nella memoria”

0  0,00