Calcio: Kulusevski “Juve? Periodo difficile, a Londra meno pressioni”

1 minuto di lettura

"Conte mi ha aiutato molto, adesso riesco a essere me stesso" LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – "Il periodo alla Juventus è stato difficile. Devi essere davvero forte quando le cose non vanno come vorresti, in più ci sono cose che non puoi controllare. È molto frustrante quando ti piace qualcosa e non puoi mostrarlo. Sapevo di avere bisogno di un cambiamento e a Londra ci sono meno pressioni". Così Dejan Kulusevski, esterno d'attacco del Tottenham, dalle colonne del "Guardian", parlando della sua esperienza in bianconero. Il talento svedese, classe 2000, a gennaio ha lasciato l'Italia per volare a Londra, dove ha raggiunto Antonio Conte. "Sono soprattutto l'allenatore e lo staff che mi stanno aiutando molto al Tottenham, permettendomi di commettere meno errori e di essere me stesso. Quando sei a posto con la tua mente, di solito giochi un buon calcio. Riguardo alla mia posizione migliore è difficile dare una risposta, perché il calcio si sta evolvendo e io sono un ragazzo che non riesce a stare fermo ma voglio muovermi negli spazi", ha aggiunto l'ex Juve. "Conte mi ha aiutato molto, in questo momento riesco a trovare davvero i miei spazi. Mi piace il ruolo dove sto giocando, in ogni partita ho avuto la possibilità di segnare", ha proseguito Kulusevski. "Ibrahimovic ha aperto per noi svedesi porte che nessuno poteva prima immaginare. Zlatan ha davvero aiutato ogni ragazzino, mostrando loro che tutto è possibile. Quando ha iniziato a menzionare il mio nome da giocatore, ero come un bambino a Natale", ha detto ancora lo svedese del Tottenham. Infine, sulle suo origini macedoni, Kulusevski ha dichiarato: "Per me e la mia famiglia la Macedonia è molto importante. Come dice mia madre, non dimenticheremo mai da dove veniamo. Ci vado ogni estate e mi piace. Ho sempre detto che se potessi giocare si per la Svezia che per la Macedonia lo farei. Ma ho dovuto scegliere e ho scelto la Svezia, perché vengo da lì. Lotterò per portare il mio Paese ai Mondiali: è lì il nostro posto". (ITALPRESS). mra/pdm/red 20-Mar-22 16:14

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Serie A. Zanetti “Prestazione scadente, la paura ci massacra”

Articolo successivo

Ucraina, Michel “Ue e Nato non hanno mai minacciato la Russia”

0  0,00