Calcio: Cagliari. Altare fino al 2026 “Grande gioia, ringrazio Mazzarri”

1 minuto di lettura

"Il mister mi sta facendo crescere, mi ha dato continuità e fiducia", dice il difensore CAGLIARI (ITALPRESS) – Il Cagliari ha ufficializzato il rinnovo del contratto di Giorgio Altare che si lega al club fino al 30 giugno 2026. Nato a Bergamo il 9 agosto 1998, cresce nel settore giovanile del Milan: in rossonero completa tutta la trafila fino alla Primavera. Passa nelle giovanili del Genoa nell'estate del 2016: un campionato da titolare con la Primavera e poi il trasferimento in prestito nella FeralpiSalò in Serie C, per il suo esordio tra i professionisti. Nel gennaio 2019 approda tra le fila dell'Olbia. Protagonista in maglia bianca, con cui disputa in una stagione e mezzo 45 presenze e tre reti, le sue prestazioni convincono il Cagliari ad acquistarlo a titolo definitivo. "Ringrazio il presidente e tutta la società per questo rinnovo: per me è motivo di grande soddisfazione", ha dichiarato il difensore rossoblù. "Ci tengo a condividere la gioia di questo momento con i compagni, che mi hanno aiutato sin dall'inizio. Mister Mazzarri mi sta facendo crescere, lo ringrazio: mi ha dato continuità, fiducia, cerco di ricambiare tutto questo ogni giorno con il lavoro". Cagliari impegnato nella lotta salvezza e deciso a tirarsi fuiori dai guai. "Da qui in avanti ci aspettano delle partite molto importanti per raggiungere il nostro obiettivo: l'atteggiamento deve essere quello che abbiamo fatto vedere molto spesso nel girone di ritorno – spiega Altare -. Dovremo scendere in campo con fame, grinta e determinazione, aiutandoci l'uno con l'altro. Questo deve essere lo spirito per arrivare alla salvezza, un traguardo da centrare al più presto per noi e per i nostri tifosi". (ITALPRESS). ari/com 23-Mar-22 13:56

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fare impresa nel Lazio, 10 mln per giovani e donne senza lavoro

Articolo successivo

Stoppani “Per settore della ristorazione forse momento più tragico”

0  0,00