Nuoto: Criteria Kinder+Sport. Pilato show nei 100 rana

1 minuto di lettura

Record della manifestazione per la 17enne di Taranto, tesserata Aniene RICCIONE (ITALPRESS) – Sessione d'apertura dei Criteria Kinder+Sport, allo Stadio del Nuoto di Riccione, in vasca da 25 metri. Dopo due anni di stop forzato, causato dalla pandemia, partenza col botto per la grande festa del nuoto giovanile. Cadono subito tre record della manifestazione, che regalano un finale di mattinata in crescendo. Non delude le aspettative Benedetta Pilato, che conquista, annientando la concorrenza, il titolo nei 100 rana cadette, con il record della manifestazione e a un solo centesimo dal suo record italiano di 1'03"55. La 17enne di Taranto – tesserata per CC Aniene, seguita da Vito D'Onghia, nei 50 in vasca corta vice campionessa iridata ad Abu Dhabi 2021, in vasca lunga argento mondiale a Gwangju 2019 e oro europeo a Budapest 2021 dopo aver stabilito il mondiale in semifinale (29"30) – nuota sciolta uno strepitoso 1'03"56 (29"85), togliendo oltre due secondi all'1'05"68 di Arianna Castiglioni del 2015. Con lei sul podio, distanti oltre tre secondi, seppur con il personale, la sarda Francesca Zucca (Esperia) in 1'07"07 (precedente 1'07"81) e la fiorentina Matilde Biagiotti (RN Florentia) in 1'07"36 (precedente 1'07"98). "E' un periodo interlocutorio e onestamente non ho grandi aspettative per i Criteria. Il crono è eccellente non ci sono dubbi. Ho un programma gare molto ricco, che mi serve proprio per avvicinare la migliore condizione", racconta la Pilato. Il secondo e il terzo primato della manifestazione lo firmano Sara Curtis e Matilde Biagiotti, rispettivamente nei 50 stile libero juniores 2006 e cadette. La 15enne di Torino – tesserata per Team Dimensione Nuoto e preparata da Marco Briatore – vola in 25"01, togliendo trentanove centesimi al 25"40 di Giorgia Biondani del 2013 e diciottocentesimi al primato personale (25"19). Dietro di lei, tutte sotto il record della manifestazione e il primato personale, Alessandra Gusperti in 25"22 (precedente 25"25) e Veronica Quaggio (Nuoto Mira) in 25"27 (precedente 25"47). La 16enne di Firenze chiude in 24"93, abbassando il 25"07 sempre di Biondani ma del 2014. La velocista toscana – tesserata per RN Florentia – scende per la prima volta in carriera sotto i 25" (precedente 25"37) e sale al tredicesimo posto tra le performer italiane. "Un tempo ottimo, considerando che sono nel pieno del carico, in vista degli Assoluti. Però mi sento già in forma e ho nuotato in sicurezza", afferma Biagiotti, allieva di Marco Amatulli. (ITALPRESS). pdm/com 25-Mar-22 16:58

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

L’agriturismo tiene nonostante la pandemia

Articolo successivo

Calcio: Liverpool, dall’Inghilterra “Derby Milano per Origi”

0  0,00