Ciclismo: Vegni “Passaggio Giro su ponte Genova per tenere alto ricordo”

1 minuto di lettura

Il direttore della corsa rosa: "Non voglio polemizzare con chi ha avuto lutti" GENOVA (ITALPRESS) – "Prendiamo sempre in considerazione quelle che sono state le vicende italiane per tenere alti i riflettori. Lo abbiamo fatto con L'Aquila, Rigopiano, lo facciamo anche per questo". Lo ha detto Mauro Vegni, direttore del Giro d'Italia, commentando le polemiche sulla decisione di far passare la 12esima tappa sul ponte Genova San Giorgio prima dell'arrivo nel centro del capoluogo ligure il 19 maggio. "Non voglio entrare in polemica con chi ha avuto dei lutti – ha detto Vegni – ma non credo che stiamo facendo niente di male dicendo che vogliamo tenere alto il ricordo di quello che è stato anche perché ci deve essere l'attenzione dal punto di vista giudiziario". La tappa Parma-Genova, ha continuato Vegni, "avrà sicuramente un peso. Tappe per velocisti non ce ne sono tante, se ci sono se lo devono meritare e questa sicuramente non è per velocisti. Dopo la zona parmense ci sarà il passo del Bocco per poi arrivare a un finale molto difficile su Genova percorrendo l'autostrada e il nuovo ponte San Giorgio, la Sopraelevata per arrivare poi in via XX Settembre. È una tappa difficile, non so se potrà essere decisiva ma sicuramente è importante per la tenuta degli atleti". Sarà la prima volta dopo sette anni che la gara percorrerà la Liguria: "C'è connubio forte, sono oltre 100 gli arrivi del Giro in questa regione e questo dimostra quanto è importante per noi". I punti più spettacolari? "Qui di spettacolare c'è tutto cominciando dal paesaggio. Il Giro è un grande appuntamento mediatico che sarà di grande promozione del territorio, ma questo avviene perché c'è un grande territorio alle spalle", ha concluso Vegni. (ITALPRESS). fcn/mc/red 29-Mar-22 14:57

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pmi, la revisione legale dei conti un’opportunità e non un costo

Articolo successivo

Draghi “Rimuovere gli ostacoli che frenano la crescita del Sud”

0  0,00