Calcio: Thiago Motta “Pubblico fondamentale, insieme siamo più forti”

2 minuti di lettura

Il tecnico dello Spezia si aspetta "il miglior Venezia possibile" nel match salvezza di sabato LA SPEZIA (ITALPRESS) – "Siamo molto concentrati, la prossima partita è quella più importante, con la sosta abbiamo avuto più tempo per prepararla e oggi sono rientrati quasi tutti i ragazzi che erano partiti. Adesso ci aspettano altri due allenamenti per terminare al meglio la preparazione". Così il tecnico dello Spezia, Thiago Motta, a due giorni dal match casalingo contro il Venezia. Una sfida fondamentale in chiave salvezza e che i bianchi potranno giocare davanti al pubblico di casa e in un Picco al completo. "Sicuramente il pubblico sarà fondamentale, abbiamo sempre dimostrato che insieme siamo ancora più forti. Questa sarà una partita molto sentita sia da parte nostra che da parte dei tifosi, noi dovremo cercare di restare concentrati, di continuare a lavorare da squadra e di fare del nostro meglio sia individualmente che collettivamente", ha spiegato l'italo-brasiliano che si aspetta "il miglior Venezia possibile, una squadra che ha dimostrato di avere la capacità di giocare bene e portare a casa ottimi risultati. Abbiamo grande rispetto per l'avversario e li affronteremo al massimo, consapevoli che anche noi possiamo fare bene". "In partite così equilibrate come quelle di serie A tutti i dettagli contano" prosegue il tecnico dello Spezia che parla anche di arbitri (per il match salvezza designato Doveri di Roma). "Come ho detto dopo la scorsa partita, tutti possiamo migliorare, anche gli arbitri. Quello che cerco di considerare quando parlo di loro è il criterio con cui viene gestita la partita. Non possiamo analizzare i singoli episodi, bisogna sempre prendere in considerazione tutta la partita per poter dire se un fallo andava fischiato o meno. Sono partite in cui un dettaglio può cambiare tutto. Ripeto, possiamo tutti migliorare. Abbiamo moltissimi arbitri di qualità, così come tanti giocatori e allenatori, e scendiamo tutti in campo per dare il nostro meglio, con grande rispetto reciproco". Thiago Motta si sofferma anche su alcuni singoli, a cominciare da Gyasi. "E' un giocatore che in allenamento dà tutto, a prescindere dal ruolo. Conosco la posizione che preferisce, ma la sua mentalità e le sue qualità fisiche e tecniche gli permettono di ricoprire tutti i ruoli in un modo che può fare la differenza, sia per lui che per tutta la squadra. Vedremo come lo utilizzeremo nella prossima partita, ma sono convinto che qualsiasi cosa farà, la farà al meglio". Tra i più carici ci sarà il polacco Reca. "Sono contento per lui e per la Polonia, è una grande soddisfazione poter partecipare ad un Mondiale difendendo i colori del proprio Paese; sono sicuro che tornerà in campo con più fiducia e con la determinazione che ci servono", dice Thiago Motta che in carriera ha vestito la maglia azzurra e che, come tutti gli italiani, ha accusato il colpo della mancata qualificazione al Mondiale. "Mi dispiace, come immagino dispiaccia a tutti. Il calcio è come la vita, ci sono momenti positivi e altri in cui arrivano delle sconfitte che vanno accettate e affrontate e che possono portare a migliorare e costruire per il futuro". (ITALPRESS). ari/com 31-Mar-22 16:29

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La Compagnia di San Paolo rinnova le convenzioni con 5 Università

Articolo successivo

Automotive, Tavares: “Serve una politica Ue per la transizione”

0  0,00