Calcio: Venezia. Zanetti “Via negatività e niente regali allo Spezia”

2 minuti di lettura

"In campo con le nostre certezze, pronti a una grande battaglia sportiva", dice il tecnico VENEZIA (ITALPRESS) – Nove partite, compreso il recupero di Salerno, per definire il destino del Venezia. L'ultimo mini-ciclo stagionale, quello decisivo, si apre con la trasferta di La Spezia, scontro diretto fondamentale e che arriva dopo quattro sconfitte consecutive. Ma è ancora vivo il ricordo dell'1-2 subito in casa a settembre. "All'andata è stata una gara equilibrata, persa all'ultimo secondo con un eurogol da gol 40 metri (di Bourabia). Non c'è tanta differenza tecnica tra noi e loro, lottiamo per lo stesso obiettivo, sarà una partita aperta a ogni risultato, loro giocheranno in casa ma abbiamo grandi motivazioni tante quante ne hanno loro. Saranno 90 minuti difficili per entrambi, tra due formazioni che si rispettano. Il torneo è ancora lungo, siamo in corsa per salvarci, nonostante il periodo duro e le difficoltà oggettive. Dovremo andare lì a giocare al 100 per cento delle nostre possibilità" analizza Zanetti. Si arriva alla trasferta in Liguria dopo la sosta delle nazionali, con diversi assenti nelle due settimane e ancora il "ricordo" della lite tra Zanetti ed Henry: entrambi saranno squalificati domani al Picco. "Avevamo otto giocatori via, con gli altri abbiamo lavorato molto e bene. Abbiamo azzerato mentalmente; non è mai stato un problema fisico ma di testa. E su quest'ultimo aspetto siamo intervenuti – spiega il tecnico -. Con Henry le cose sono state sistemate a fine gara, in due minuti. Entrambi abbiamo sbagliato, lui sul campo, io fuori, mettendo in difficoltà la squadra. Ma tra noi c'è stima reciproca: è il nostro migliore giocatore. Mi ero arrabbiato per le due ammonizioni prese, ed evitabili, perché sapevo che lo avremmo perso in una partita così importante come La Spezia" dice il tecnico. Probabile che sabato parta dall'inizio Nsame, che dovrà sostituire il francese nel ruolo di prima punta. "Andiamo a La Spezia con le nostre certezze, sul lavoro, soprattutto tecnico, fatto in questi due anni. Poi in campo ci saranno la strategia, i vari momenti del campionato. Vedendo lo Spezia delle ultime settimane, ho visto una squadra che ha colpito in contropiede, è stata pericolosa con due-tre giocatori, difendendosi bassa e bene. Ma non significa che farà lo stesso con noi. Dovremo essere pronti e bravi a giocare più partite e non a regalare gli episodi, come successo contro la Sampdoria. Due settimane fa, sino allo 0-1, si era in equilibrio in tutto" prosegue Zanetti. Il tecnico arancioneroverde torna sull'aspetto morale della truppa. "Quando le cose non vanno bene, si rischia di vedere tutto nero e a cambiare gli umori. Siamo una squadra che se non si diverte, non rende. Se ha troppa pressione negativa, in campo non si esprime. Dunque abbiamo cercato di sfruttare la sosta per cambiare i nostri animi, per togliere gli aspetti negativi. Sì va a La Spezia per una battaglia sportiva, concentrati, preparandoci bene a livello tecnico, non sprecando energie mentali inutili prima del fischio d'inizio" dice ancora Zanetti. Infine una battuta sulla quota salvezza, anche se non è ancora tempo di fare calcoli. "Dipenderà da molte squadre; forse 33-34 punti basteranno, magari qualcosa in più. Ma ci si potrebbe salvare con qualcosa in meno rispetto agli altri campionati" osserva Zanetti. Per la gara contro la Sampdoria, si dovrebbe rivedere il 4-3-3. Fuori ancora i due portieri Lezzerini (stagione finita) e Romero (ancora in Argentina e incerto il suo rientro), Vacca dovrebbe riprendere le redini del centrocampo. (ITALPRESS) rag/ari/red 01-Apr-22 11:56

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Manchester United. Bruno Fernandes rinnova fino al 2026

Articolo successivo

Calcio: Fiorentina. Ikonè”Gruppo di qualità,lavoro per aiutare squadra”

0  0,00