Auto: GTWCE. Esordio in chiaroscuro per Valentino Rossi

1 minuto di lettura

Il "Dottore": 'Sono successe tante cose. Ho imparato molto'. IMOLA (ITALPRESS) – L'avventura di Valentino Rossi al volante è cominciata oggi, a Imola, lungo il circuito dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari, con il round 1 del GT World Challenge Europe. Il "Dottore" ha corso per circa un'ora, prendendo il testimone da Nico Muller, prima di passarlo a Frederic Vervisch, con un errore nel rientrare ai box per le consegne, in regime di safety car, che ha "rovinato" il comunque positivo "battesimo" con l'Audi R8 LMS GT3 evo II del team belga WRT. Grande entusiasmo del pubblico per il "rookie" Rossi, con l'auto contrassegnata dall'iconico numero 46 che ha caratterizzato la carriera del "Dottore" anche nelle due ruote. Sugli spalti anche uno striscione con una scritta quanto mai eloquente: "Ti seguirei anche se tu giocassi a bocce, 46". Questa e altre dichiarazioni di amore hanno riportato il sorriso sul volto di Rossi: "Sono contento. Mi è piaciuto gareggiare oggi. Peccato, perchè siamo stati molto tempo dietro la safety car. L'errore ai box? C'era tanta confusione". "Sono successe tante cose. Ho imparato molto. Alla prossima", ha detto ancora Rossi, che tornerà a correre nel GTWCE il primo maggio, lungo il circuito di Circuito di Brands Hatch, in Inghilterra. Per la cronaca, il trio di piloti Muller-Rossi-Vervisch ha chiuso la gara odierna (ribatezzata "Tre Ore di Imola") al diciassettesimo posto. A vincere questo primo round il trio composto da Dries Vanthoor, Charles Weerts e Kelvin Van Der Linde. (ITALPRESS). pdm/red 03-Apr-22 18:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Serie A. Cioffi “Orgoglioso della mentalità della squadra”

Articolo successivo

La Roma espugna Marassi, contro la Samp basta Mkhitaryan

0  0,00