Calcio: Serie A. Andreazzoli “Penalizzati da espulsione di Luperto”

1 minuto di lettura

Il tecnico dell'Empoli: "Nel finale ho visto una Fiorentina in affanno" FIRENZE (ITALPRESS) – "La gara si è svolta come la pensavamo. Sapevamo di giocare contro una squadra forte, con invidualità spiccate, migliori rispetto anche a quello che mi aspettassi. Le difficoltà che ci attendavamo sono emerse. Nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita, non precisi per seguire quell'idea che volevamo perseguire, ma abbiamo spesso avuto occasione per infastidire. Un gol lo abbiamo fatto ed in almeno altre tre-quattro occasioni potevamo fare meglio. Molto ha influito il comportamento dei due difensori centrali della Fiorentina che sono stati veramente bravi. Fino all'espulsione di Luperto, che ci ha penalizzato, è stata ordinaria amministrazione". Lo ha detto il tecnico azzurro Aurelio Andreazzoli al termine della sfida fra Fiorentina ed Empoli disputatasi quest'oggi allo stadio 'Franchi' di Firenze. "Ho visto una Fiorentina in affanno nel finale – ha aggiunto Andreazzoli – Il gol annullato? Noi facciamo giurisprudenza. Nessuno si è lamentato dopo il nostro gol, neanche Terracciano, ma non voglio entrare nella valutazione dell'arbitro. Voglio invece dire che il primo giallo di Luperto non c'era, perche' se c'era un'ammonizione da dare era all'avversario di Luperto. Ho avuto fastidio in quell'episodio e l'ho detto sia all'arbitro che al quarto uomo perché certe situazioni poi incidono. Non ho niente da rimproverare ai ragazzi, ci abbiamo provato fino in fondo. Giocavamo contro la Fiorentina, una squadra forte. Voglio infine dire che l'arbitro è stato poco sensibile a non farci giocare i 5 secondi finali dei 5 di recupero. Non è stato giusto". (ITALPRESS). lc/mc/red 03-Apr-22 15:43

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Serie A. Italiano “Importante è vincere, godiamoci classifica”

Articolo successivo

Covid, Speranza “Giusto uscire dall’emergenza ma serve ancora prudenza”

0  0,00