Carica Spalletti “Col pubblico diventiamo supereroi”

1 minuto di lettura

"Sarebbe ridicolo se non ammettessimo di essere in lotta per lo scudetto", dice il tecnico azzurro NAPOLI (ITALPRESS) – "Dobbiamo ragionare sulle nostre possibilità, sulla nostra corsa, su quello che vogliamo in questo finale di campionato. Arrivati a questo punto sarebbe ridicolo se non ammettessimo apertamente che siamo noi, Milan, Inter e Juventus in lotta per lo scudetto. Ce lo giochiamo in questo finale, al di là dei risultati degli altri, dobbiamo andare avanti per la nostra strada". Nessuna distrazione, nessun calcolo: solo una grande attenzione e il pensiero rivolto al rush finale del campionato. Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, in conferenza stampa alla vigilia della sfida casalinga contro la Fiorentina, prova a far intendere che aria si respira in casa azzurra: "La gestione dello spogliatoio è facile, abbiamo a che fare con grandi professionisti. Se siamo in lotta per lo scudetto è segno che abbiamo a che fare con una squadra di ragazzi seri". Contro i viola, il Napoli potrà fare affidamento anche sui suoi tifosi con un Maradona completamente sold out: "Lo stadio pieno era il pezzetto che ci mancava, domani ci sarà anche quello. Se avremo qualche difficoltà basterà guardare gli spalti e diventerà tutto più facile. La classifica dice che stiamo facendo bene nel cuore dei napoletani, questo è un premio che ci piace prenderci. Lo stadio pieno è come un mantello che ti avvolge e può trasformarti in un supereroe". La formazione di Italiano, però, non è un avversario morbido e ha già dimostrato di poter far male ai campani: "La Fiorentina è un'ottima squadra, ci ha battuti in coppa 5-2 – ricorda Spalletti -. Sarà una partita insidiosa, vogliono proporre un calcio moderno. Vogliono gestire la palla e fare un calcio veloce e con pressioni alte. Sarà una gara difficilissima, ma noi dobbiamo provare a vincerla. Dobbiamo tentare di vincere tutte le partite che ci restano, mantenendo sempre alta l'attenzione. Sono convinto che i ragazzi daranno tutto. A prescindere da come finirà resterà una storia bellissima, nessuno potrà dire – in caso di non vittoria – che è stato un fallimento". Infine, su Osimhen, Spalletti ha concluso: "Sta bene. A inizio settimana c'è stata questa avvisaglia durante la partitina e abbiamo preferito non rischiare. Victor ci sarà ha fatto gli ultimi allenamenti andando forte. Averlo è importante, ma non averlo ci ha aiutato a crescere e capire il livello degli altri". (ITALPRESS). mra/ari/red 09-Apr-22 16:00

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Orlando “L’Ue mutualizzi gli effetti delle sanzioni”

Articolo successivo

Imprenditore agrigentino minaccia di gettarsi da tetto capannone

0  0,00