Fiorentina all’esame Napoli, Italiano “gara dura, ma siamo pronti”

1 minuto di lettura

"Serviranno cuore, testa e gambe. Il Napoli è la squadra più forte" FIRENZE (ITALPRESS) – "E' stata una buona settimana, abbiamo lavorato bene. Sarà una gara difficilissima contro una squadra in forma e tra le favorite per la vittoria finale. Dobbiamo farci trovare pronti, dovremo cercare di controbattere in tutte le maniere". Così Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, in conferenza stampa in vista della sfida contro il Napoli, in programma domani alle 15 allo stadio Maradona. I viola sono ottavi in classifica con 50 punti e la zona Europa non è così lontana: "Motivazioni? Abbiamo 8 partite non semplici con squadre di livello, cercheremo in questo finale di stagione di ottenere il massimo. Dobbiamo affrontare le partite che restano con serenità, cercheremo di far meno sconfitte possibili. Il nostro cammino è importante e abbiamo la possibilità di mettere la ciliegina su un campionato già ottimo. Andremo sempre in campo per ottenere il massimo". Gli azzurri sono un avversario ostico e complicato sotto tutti i punti di vista: "Nella gara di domani cercheremo di fare una grande partita davanti a 60 mila spettatori, ci servirà per crescere – ha spiegato Italiano -. Dovremo cercare di non farli esprimere, sono tutti giocatori di talento, estro e inventiva. Massima attenzione, cercheremo di metterli in difficoltà. Arriviamo bene all'appuntamento, da quattro risultati utili: ma sarà un altro esame. Mi auguro che i nostri 300 tifosi ci spingano, noi cercheremo di renderli orgogliosi, giocheremo anche per loro". Italiano compatta il gruppo e cerca di non dar peso alle numerose assenze: "Tra squalifiche e infortuni ci mancano diversi giocatori, ma abbiamo sempre dimostrato di avere sostituti all'altezza e di non cambiare mai identità. Serviranno cuore, testa e gambe. Il Napoli è la squadra più forte, soprattutto quando è davanti al suo pubblico". Infine sul confronto con Spalletti, il tecnico viola ha concluso: "Anche a lui piace giocare dentro la metà campo avversaria, in modo offensivo. Ho grande stima. E' un grande allenatore e ha portato il Napoli ad un livello altissimo. E' uno dei tecnici più bravi in Italia". (ITALPRESS). mra/gm/red 09-Apr-22 14:56

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Papa Francesco “Vero spirito sportivo prepara a non cadere nella guerra”

Articolo successivo

Roma, Gualtieri “14mila cittadini impegnati per pulire la città”

0  0,00