Calcio: Champions. Guardiola “In casa Atletico diverso, sarà dura”

2 minuti di lettura

In conferenza stampa anche Fernandinho che a fine stagione lascerà i Citizens MANCHESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Il dominio nel match d'andata non è bastato per mettere al sicuro le semifinali. Pep Guardiola lo sa bene e non nasconde una certa preoccupazione, alla vigilia del match di domani in casa dell'Atletico Madrid, ritorno dei quarti di finale di Champions. "Sarà una partita diversa rispetto a quella della scorsa settimana – dice il tecnico spagnolo -. Giocano in casa, con i loro tifosi a sostenerli e al Wanda l'Atletico crea maggiori problemi, difende e contrattacca con grande intensità. Noi dovremo essere bravi a mantenere l'equilibrio e anche mentalmente bisognerà essere pronti a recuperare se dovessimo andare sotto, se invece saremo noi ad andare in vantaggio potremmo anche abbassarci un po' di più". Domani sarà importante difendersi, non la migliore qualità del City che a volte qualcoa concede. "Per vincere trofei devi essere solido e non concedere occasioni. Non siamo una squadra eccezionale dal punto di vista difensivo, ma nel complesso corriamo come una squadra e questo ci rende solidi come collettivo". Con il Liverpool si è preso qualche rischio anche Ederson, che ha rischiato di subire un gol come quello incassato da Donnarumma con Benzema in Real-Psg. "E' matto, a volte penso che non provi niente, è sempre emotivamente stabile e come portiere poi è fantastico. Mancava un nulla e prendeva gol, ma lui non sente la pressione. È sicuro e calmo", dice il tecnico spagnolo che resta ottimista. "La squadra sta bene, ci sarà anche Dias, da qui alla fine della stagione abbiamo un calendario incredibile e saranno tutti importanti". Non ci sarà con ogni probabilità Palmer. "Sta molto meglio ma non credo che viaggerà con noi. Ieri si sentiva meglio, ma vedremo. Vogliamo evitare un intervento chirurgico". In conferenza stampa anche Fernandinho, capitano spesso non giocatore ma senatore di grande importanza per questo City. "Sarà una partita difficile, ma del resto è un quarto di finale di Champions. L'Atletico difende davvero bene, ma in casa gioca in maniera diversa, dobbiamo essere pronti e creare delle occasioni", dice il brasiliano che non ha dimenticato la sconfitta dello scorso anno nella finale con il Chelsea. "Perdere ha ferito tutti, è stato davvero difficile per noi. Col tempo, siamo stati orgogliosi di aver disputato la finale, soprattutto per il modo in cui abbiamo giocato la scorsa stagione. Abbiamo la possibilità di arrivarci di nuovo. Nel calcio impari molte cose. Essendo il giocatore più anziano della squadra, ho cercato di proteggere i miei compagni, di farli guardare avanti e ricominciare. Spero di poter arrivare di nuovo in finale". Fernandinho, 36 anni e in scadenza di contratto, ha annunciato che a fine stagione lascerà il Manchester City. "Voglio giocare regolarmente, tornerò in Brasile. L'ho deciso con la mia famiglia che è la cosa più importante per me". "Non lo sapevo – il commento di Pep Guardiola -, vedremo cosa succederà a fine stagione, io so bene quanto sia importante per noi. E' Un giocatore incredibile per il ManCity. Ci sono cose che nessuno sa ma che io conosco perfettamente", ha concluso il tecnico catalano. (ITALPRESS). ari/red 12-Apr-22 16:59

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nuovo assetto dell’Ufficio Pubbliche Relazioni di Hyundai Italia

Articolo successivo

Vaccino, Locatelli “Forte raccomandazione quarta dose per over 80”

0  0,00