Calcio: Champions. Simeone “L’Atletico ci crede, io rispetto tutti”

2 minuti di lettura

"Il City ha campioni e un grande tecnico, noi abbiamo entusiasmo, può succedere di tutto" MADRID (SPAGNA) (ITALPRESS) – Chiede il rispetto che lui ha sempre avuto per i colleghi, punta sul suo Atletico Madrid ed è pronto a giocarsela contro un'avversaria che, all'andata, ha dimostrato di essere superiore, ma che ha vinto soltanto 1-0. I colchoneros sono in corsa per le semifinali di Champions, il Manchester City resta il grande favorito ma come sempre nel calcio tutto è possibile. "Sappiamo di affrontare una squadra che gioca molto bene, che ha ritmi alti, transizioni molto rapide e che negli spazi piccoli riesce a districarsi al meglio – ha spiegato in conferenza stampa Diego Simeone -. Noi abbiamo l'entusiasmo, sappiamo che da solo non basta, dobbiamo portare la partita dalla nostra parte, indirizzandola dove possiamo fare la differenza, le parole non servono a molto, bisogna fare i fatti e cercheremo di farli sin dall'inizio della partita". Il Cholo non tradirà il suo calcio. "Non cambieremo più di tanto la nostra strategia, dobbiamo cercare di fare meglio rispetto all'andata e sfruttare le occasioni che riusciremo a creare. Serve una grande partita da parte di tutti, abbiamo grandi motivazioni e tutto può succedere". Lui si affiderà al modo di giocare del suo Atletico e lo stesso si aspetta dal ManCity di Guardiola. "Loro giocano alla stessa maniera cntro qualsiasi avversario, hanno un'identità ben precisa, molto apprezzata da tutti, hanno grandi giocatori e un grande allenatore e immagino il solito City", spiega Simeone che avrà un problema in più, dal momento che la Uefa ha disposto la chiusura di un settore del Wanda Metropolitano fino a 5 mila posti. "Speriamo che possano esserci tutti", dice Simeone riferendosi al ricorso al Tas del club madrileno e dribblando le domnade su quanto accaduto all'Old Trafford, quando i tifosi dello United gli tirarono di tutto. "Non sono un avvocato e non so dire cosa sia giusto e cosa no, per fortuna non sono stato colpito a Manchester, io dico solo che tutti devono essere messi nelle condizioni di competere allo stesso modo senza avere vantaggi o svantaggi". Le critiche per la gara d'andata le ha incassate e ha provato a farsele scivolare addosso. "Io dico sempre che non sono mai stato irrispettoso nei confronti dei miei colleghi – sottolinea Simeone -. Mi metto sempre nei panni degli allenatori che affronto, sapendo che ci sono diversi modi per esprimere ciò che senti, ma quando qualcuno disprezza l'altro allora non posso condividere". "Le opinioni di giornalisti, ex giocatori e persone che non giocano ci stanno, ma mio padre diceva sempre che il pesce muore per la bocca… Le parole sono libere e tutti possono commentare. Ci sono modi e modi, ma io scelgo di rispettare sempre i miei colleghi", sottolinea Simeone che evidentemente non ha gradito le critiche al suo gioco fatte anche dagli stessi colleghi. Nonostante tutto il Cholo non ha difficoltà a elogiare il City di Guardiola e il Liverpool di Klopp per lo spettacolo di domenica socrsa. "E' stata una partita fantastica, hanno giocato molto bene, io rispetto sempre gli avversari ma mi tengo le mie idee per la partita di domani". (ITALPRESS). ari/red 12-Apr-22 14:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, dall’Ue 3,5 mld ai Paesi membri per l’accoglienza dei rifugiati

Articolo successivo

Il sesso degli angeli, il trailer del nuovo film di Pieraccioni

0  0,00