Calcio: Cioffi “Grande rispetto per l’Empoli, dispiace il ko di Beto”

1 minuto di lettura

"C'è entusiasmo e ciò ci rende orgogliosi", ha detto il tecnico dell'Udinese UDINE (ITALPRESS) – "L'entusiasmo ci rende orgogliosi ma ci responsabilizza tanto. Ogni squadra si allena con l'obiettivo di creare entusiasmo, questo è successo e questo ci dà responsabilità. Mi aspetto una partita difficilissima, perché ho un grande rispetto dell'Empoli. È una squadra che a Firenze, Milano, Roma e Genova ha tenuto il campo con belle idee di calcio. L'abbiamo definita resiliente e credo abbiano una progettualità chiara del presidente Corsi, dal settore giovanile fino alla prima squadra, con concetti ben definiti". Così, alla vigilia di Udinese-Empoli, il tecnico del team friulano, Gabriele Cioffi. "Quello che abbiamo analizzato in settimana con i ragazzi è che l'Empoli ha principi molto chiari. È una squadra dinamica e veloce che, nella transizione tra le due fasi, è tra le migliori della Serie A. Credo abbiano sbagliato due o tre tempi dall'inizio della stagione", ha detto ancora Cioffi. "Io credo in un calcio offensivo e propositivo, perché senza gol non si vincono le partite, ma siamo consapevoli della nostra realtà e sappiamo che dobbiamo anche difenderci bene. Obiettivi? Noi a 40 punti non ci siamo, quando arriveremo a quella quota, senza guardare cosa fa il Cagliari, il Genoa e lo Spezia, possiamo parlare ed eventualmente ridefinire gli obiettivi, che non cambieranno, perché andremo sempre domenica dopo domenica. Non possiamo permetterci il lusso di stare a guardare gli altri. L'obiettivo, quindi, è la partita di domani contro l'Empoli, un avversario difficilissimo, testa bassa e poi si vedrà. Una tappa alla volta", ha continuato l'allenatore dell'Udinese. "La perdita di Beto (fermato da una lesione al flessore, ndr.) mi dispiace molto: la squadra perde un elemento importante. Lui è un ragazzo sensibile. Sono convinto che tornerà più affamato di prima, pronto a segnare ancora tanti gol. Sono anche tranquillo, perché sono certo che chi lo sostituirà, come Success, Pussetto, Nestorovski o, all'occorrenza, Pereyra dietro la punta, sarà all'altezza", ha concluso Cioffi. (ITALPRESS). pdm/com 15-Apr-22 16:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sanità privata, Cimo sostiene stato agitazione, Aiop “Pronti al dialogo”

Articolo successivo

Tg Economia – 15/4/2022

0  0,00