Calcio: De Leo “Sarà dura, ma con Juve ce la giocheremo a viso aperto”

1 minuto di lettura

"Per me il Bologna resta un sogno", dice il tattico del club che sostituisce Mihajlovic BOLOGNA (ITALPRESS) – Nelle ultime due partite il Bologna ha ottenuto quattro punti. Ed Emilio De Leo, tattico e figura importante dello staff di Mihajlovic, nonchè esperto di quadri, ha paragonato il suo Bologna al quadro 'Il Sogno' di Pablo Picasso: "Per me il Bologna resta un sogno". Come a San Siro c'è una parola che deve fare la differenza e, alla vigilia di Juventus-Bologna, il collaboratore del tecnico rossoblù, ancora in cura all'ospedale Sant'Orsola, a ripeterla con insistenza: "Leggerezza. Contro la Juve è fondamentale ma non basta mai – continua – servono consapevolezza e tattica. Sappiamo che ci saranno momenti duri e dobbiamo continuare a giocarcela a viso aperto. Ce la vogliamo giocare con tutti. Non baderemo alle loro assenze, restano una squadra forte, ma noi ora possiamo permetterci una gestione dei 90 minuti più profonda, un aspetto che è stato fondamentale con la Sampdoria. Tra i ragazzi c'è concorrenza sana e leale. Condizione fisica? È cresciuta anche se in questa settimana non abbiamo avuto molto tempo per lavorare". Un avversario che dopo la sconfitta con l'Inter sembra più lontana dalla lotta scudetto: "Credo – spiega il tattico rossoblù – sia ancora in corsa per il titolo, stanno facendo tanti punti nel ritorno e c'è stato un solo passo falso con l'Inter. Ci proveranno fino alla fine". Poi si parla dei singoli, cominciando da Sansone, Dijks e Dominguez: "Sansone riesce a legare bene il nostro gioco, scambia bene, difficilmente perde palla, si accoppia bene con i nostri attaccanti è una risorsa importante. Dijks sta facendo bene. C'è rammarico per non averlo avuto in maniera continuativa ma con un buon finale potremo dimenticare il passato. In queste ultime giornate dobbiamo tutti dare di più per finire la stagione con un sapore dolce in bocca. Dominguez titolare? E' in ballottaggio, ci stiamo pensando, in generale stanno tutti bene, anche Medel che ha l'ennesima ferita di guerra". Poi il pensiero vola a Sinisa Mihajlovic, orgoglioso dei suoi ragazzi che non smette di seguire e guidare anche se a distanza. "Sinisa ci chiede di mantenere questo atteggiamento coraggioso e leggero, ovviamente con concretezza. Vuole che si continui a mostrare il valore tecnico e umano del gruppo, il mister questo non si stanca mai di ripeterlo. Non è facile per i giocatori ma tutti stanno facendo un grande lavoro e ci stiamo giocando le partite a viso aperto cercando di regalare una piccola soddisfazione al nostro allenatore", ha concluso De Leo. (ITALPRESS). mf/ari/red 15-Apr-22 14:21

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Renzi “Serve un inviato speciale Ue autorevole e forte”

Articolo successivo

È morta Giusi Ferrè, storica giornalista di moda

0  0,00