Calcio: Serie A. Nicola “Gara difficile, concesso poco alla Sampdoria”

1 minuto di lettura

Il tecnico della Salernitana: "Le prestazioni c'erano da tempo, ora recuperiamo" GENOVA (ITALPRESS) – "Oggi era una partita molto difficile per noi e per loro. Una gara molto importante, la Sampdoria è una bella squadra, ci ha messo in difficoltà. Noi abbiamo concesso solo un tiro in porta". Lo dice il tecnico della Salernitana Davide Nicola che commenta così il fondamentale successo in chiave salvezza dei suoi granata in casa della Sampdoria. "Il primo tempo abbiamo fatto bene, nel secondo, complice il loro modo di stare in campo, abbiamo abbassato un pelo il baricentro che è una cosa che a noi non piace perché vogliamo essere aggressivi. Ma il merito è degli avversari", aggiunge l'allenatore ai microfoni di Dazn. "Adesso dobbiamo recuperare velocemente. Qualche mio giocatore mi guardava come per dire 'mister almeno lasciaci un'ora per godere del lavoro fatto finora'. Le prestazioni c'erano da tempo, ci mancava raccogliere il massimo della posta in palio", spiega Nicola. Che riempie di elogi Ederson e i suoi compagni di reparto: "Secondo me abbiamo un centrocampo davvero competitivo. Bohinen si è integrato velocemente, ha qualità fisiche, tecniche e visione di gioco. Coulibaly è in modo perpetuo e Kastanos oggi è entrato bene e se completa il suo percorso di maturazione diventa una bella mezzala. Ederson ha espresso il 60% delle sue qualità. Un giocatore straordinario da ogni punto di vista, è da poco in Italia ma ha umiltà, fame, intelligenza tattica ed è importante perché può giocare in tutte le parti del centrocampo: a 2, da mezzala, dietro le punte". La soddisfazione per questi tre punti è grande ed è fotografata dalla festa scattata tra Nicola e i suoi giocatori al triplice fischio. "L'empatia tra di noi è molto forte, ci piace dirci quello che pensiamo in faccia e lo facciamo in maniera educata per rispettare le sensibilità di ognuno. Non si può provare una rincorsa del genere se non si sviluppa oltre al gioco e alla ferocia una condivisione sotto ogni punto di vista di altri valori. Ora già penso al recupero che è importante e anche i giocatori che si godano un'ora e poi si rimettano subito a lavorare come stanno facendo ormai da due mesi", chiosa Nicola. (ITALPRESS). gve/mc/red 16-Apr-22 17:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Udinese, Cioffi “Contento della gara disputata dai ragazzi”

Articolo successivo

Petroliera affonda in Tunisia, Ghribi “Evitare disastro ambientale”

0  0,00