Immobile risponde a Pellegri al 92′, Lazio-Torino 1-1

1 minuto di lettura

Il biancoceleste è il terzo giocatore della storia della Serie A a segnare almeno 25 gol in almeno tre campionati distinti. ROMA (ITALPRESS) – La venticinquesima rete in campionato di Ciro Immobile salva la Lazio che all'Olimpico trova solo allo scadere il gol dell'1-1 contro il Torino dello squalificato Juric dopo il vantaggio granata con Pellegri. Senza Pedro (affaticamento al polpaccio), Sarri conferma Felipe Anderson. Juric lascia in panchina Singo e sceglie Aina. Nella prima frazione di gioco il Torino ha il miglior possesso palla (52%) e le migliori occasioni da gol. Al 29' Bremer svetta da calcio d'angolo e colpisce il diciassettesimo palo stagionale dei granata in campionato. Al 34' Toro ancora pericoloso: Aina crossa al centro, Belotti non riesce a concludere, Vojvoda sì ma solo sull'esterno della rete. Il primo squillo della Lazio dalle parti di Berisha si registra al 39' con una zampata di Milinkovic-Savic sugli sviluppi di una punizione ma l'ex di turno è attento e difende il primo palo. Un cambio obbligato a testa tra prima frazione e intervallo: Luiz Felipe prende il posto di Patric; Pellegri sostituisce Belotti. La prima occasione della ripresa si ha sempre su calcio d'angolo: Rodriguez scodella in area, Izzo di testa trova l'angolo ma Felipe Anderson salva sulla linea. Nella stessa circostanza, Izzo si fa male e lascia il posto a Zima. Al terzo tentativo su calcio piazzato il Toro trova il gol. Ed è il neo entrato Pietro Pellegri a staccare più in alto di tutti per un gol che al classe 2001 mancava dal 2017, sempre ai biancocelesti. Sarri manda Cataldi e Basic in campo. Quest'ultimo ha subito la prima occasione: si libera col tacco di Zima, ma non riesce a concludere e la difesa granata allontana. Poco dopo è Milinkovic-Savic a sfiorare il pareggio con un colpo di testa a botta sicura dopo un calcio d'angolo, Berisha vola e reagisce d'istinto. L'ultima carta di Sarri è il 2004 Romero ma ci pensa il solito Immobile a risolvere problemi: cross di Milinkovic-Savic e colpo di testa vincente del bomber azzurro. È il terzo giocatore della storia della Serie A a segnare almeno 25 gol in almeno tre campionati distinti. (ITALPRESS). spf/gm/red 16-Apr-22 22:51

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vlahovic salva la Juve al 95′, finisce 1-1 contro il Bologna

Articolo successivo

Sorsi di benessere – Gustosi pomodorini secchi per un pesto antiage

0  0,00